Scroll Top
roma-pazza-per-loredana-berte

Roma “pazza” per Loredana Berté

Il Manifesto Tour Teatrale 2024 di Loredana Bertè è approdato ieri sera al Teatro Brancaccio di Roma, con un grande successo di pubblico.

Apertura con l’energia di Dark Lady, che fa subito capire quali sono gli arrangiamenti scelti per questo tour.

Concerto ad alto contenuto rock, perfetto per Amici Non Ne Ho e Il Mare D’inverno.

Poi sullo schermo alle spalle di Loredana è partito il video di quella che lei ha definito una contaminazione, quella che nel 2018 la portò a collaborare con i Boomdabash.

L’energia di Non Ti Dico No ha travolto tutti.

Quando è partita Movie, è stato proiettato il video pensato da Andy Warhol nel 1981.

I due si erano incontrati a New York in un bar, Warhol aveva scambiato Loredana per una cameriera.

La invitò nella sua Factory e li si innamorò della canzone, tanto da regalarle l’idea del video della canzone.

Alla fine della canzone l’abbraccio del Brancaccio sfocia anche in “Loredana ti amo”.

Prima di cantare Luna poi, ha voluto ricordare quel 12 Maggio 1995, il giorno in cui morì la sorella Mia Martini.

Alla fine standing ovation e molti tra il pubblico che gridavano “quanto ci manca Mimì“.

A quel punto Loredana ha introdotto una voce storica della musica italiana, da sempre al suo fianco.

Quella di Aida Cooper, che scesa al centro del palco con un bastone fluorescente e illuminato, ha cantato I Still Haven’t Found What I’m Looking For degli U2.

Poi Loredana Bertè ha regalato ai presenti,  una canzone che scrisse e cantò Luigi Tenco nel 1964, alle sue spalle è stato proiettato il video con le immagini del cantautore scomparso nel 1967.

Lei la incise nel 1984 con gli arrangiamenti di Ivano Fossati per l’album Savoir Faire.

Prima di cantare Ho Smesso Di Tacere ha detto:

Io sono stata vittima di violenza verbale e psicologica. Ogni sei ore un femminicidio. Al primo schiaffo, denunciate. Io Ho smesso di tacere.

Parole che hanno scatenato l’applauso di tutti.

Se fino a quel momento le maschere del teatro erano riuscite a far stare seduto il pubblico, quando è partito il trittico Pazza, Dedicato e Non Sono Una Signora, lo stesso si è trasformato in un palazzetto, tutti in piedi a cantare e ballare.

Una scaletta quella di questo tour, ben studiata che si è chiusa nei bis, con l’omaggio a Rino Gaetano.

Ma Il Cielo É Sempre Più Blu ha fatto da copertina di chiusura dello show.

Sul palco al fianco di Loredana, ci sono Ivano Zanotti alla batteria, Stefano Cerisoli e Marco Grasselli alle chitarre, Alberto Linari alle tastiere, Pierluigi Mingotti al basso.

Ai cori la già citata Aida Cooper Annastella Camporeale.

 

 

 

Recent Posts
Clear Filters

Ieri sera all’ Orion Glenn Hughes ex bassista dei Deep Purple ha portato in scena il live che celebra i 50 anni di “Burn”

In anteprima esclusiva su 100Decibel, il video del nuovo singolo di Giuseppe Gazerro e la Resistenza Acustica

20 Maggio, sarebbe stato l’ottantesimo compleanno di Joe Cocker una delle voci più distintive e potenti del rock e del blues

Add Comment

Related Posts