Scroll Top
il-nuovo-album-dei-mixotri

Il nuovo album dei Mixotri

“Vorrei bastasse tutto questo” dei MIXOTRI è un viaggio attraverso le sfumature dell’esistenza umana, intrecciato con suoni avvincenti e testi che penetrano nel profondo dell’anima. 

Spiega la band a proposito dell’album: “L’album racconta il momento in cui l’imperatore Lao Shang, mentre congedava il suo ospite ringraziandolo della visita, si alzò dal suo trono. Avvolto nella sua tunica verde, si incamminò lento e implacabile verso la finestra del palazzo. I servitori cercarono di fermarlo, urlando e disperandosi, prostrandosi ai suoi piedi, lanciando fiori e stendendo tappeti rossi, ma non capirono: era già morto durante quei passi. Da quel momento in poi, il mondo non cambiò e l’universo continuò il suo corso. Poiché cadde senza sangue, non nacque nulla su quel terreno, né vennero eretti monumenti in suo onore. Perché non tutte le storie meritano di essere raccontate, ma questa sì”.

 

L’album si apre con È Tutto Inverno, un’ode alla complessità delle relazioni interpersonali, dove l’amore per l’inverno e il suo contrasto con l’odio per esso diventano metafora delle dispute quotidiane che affliggono le nostre vite.

Non Ti Piace Questo Posto Che Ti Piace affronta il paradosso di abbracciare ciò che in passato abbiamo respinto, portando alla luce le nostre contraddizioni e la natura mutevole della nostra percezione. Le luci, nel frattempo, si svelano come un riflesso delle pressioni sociali per conformarsi, anche a discapito della propria autenticità.

In Levante, l’estate italiana viene dipinta con pennellate di nostalgia e intimità, offrendo una visione unica di un periodo che per molti è sinonimo di libertà e spensieratezza. Uscita segna l’inizio di una trilogia di tracce viscerali, con Elvis che esplora la perdita di sé e la lotta per mantenere la sanità mentale in un mondo caotico e frenetico.

Vivien getta luce sulle complessità legate all’accettazione del proprio corpo e alla ricerca di identità, mentre Cassiopea si erge come un inno di rinascita e determinazione, promettendo forza e guida anche nei momenti più bui.

Con Entrata, si chiude il cerchio della trilogia, lasciando spazio a riflessioni più intime con Non So Chi Sono, che pone l’accento sull’incertezza e sulla ricerca di sé stessi in un mondo che spesso sembra disorientante e privo di senso.

“Vorrei bastasse tutto questo” è un’esperienza emotiva che invita l’ascoltatore ad esplorare le profondità della propria anima. La band ha creato un lavoro che si distingue per la sua sincerità e la sua capacità di toccare le corde più intime dell’umanità.

I MIXOTRI, band alternative rock, nascono nella primavera del 2018. Il gruppo è composto da Enrico Mercati (voce), Riccardo Palmieri (chitarra), Francesco Bertoni (chitarra), Andrea Barbari (batteria) e Alessandro Bottura (basso).

Ascolta su Spotify

Recent Posts
Clear Filters

Ieri sera all’ Orion Glenn Hughes ex bassista dei Deep Purple ha portato in scena il live che celebra i 50 anni di “Burn”

In anteprima esclusiva su 100Decibel, il video del nuovo singolo di Giuseppe Gazerro e la Resistenza Acustica

20 Maggio, sarebbe stato l’ottantesimo compleanno di Joe Cocker una delle voci più distintive e potenti del rock e del blues

Add Comment

Related Posts