Scroll Top
bookclub-a-quale-mi-iscrivo-e-soprattutto-perche

Bookclub: a quale mi iscrivo? E soprattutto: perché?

Chi ama leggere, ama anche condividere impressioni, emozioni, idee sui libri letti.

Chi ama leggere parlerebbe per ore di un protagonista o di un passaggio di un libro, del finale o dell’incipit…

Ma non sempre è facile trovare qualcuno con cui condividere questa passione.

Ma ecco che i Bookclub oppure i Gruppi di lettura, come si dice in italiano, vengono in aiuto a tutti noi appassionati di libri.

Ma andiamo per ordine… Che cosa è un Bookclub?

È un gruppo di persone che si incontra, di solito una volta al mese e in un luogo prestabilito, per discutere e confrontarsi liberamente su temi e contenuti di un libro letto da tutti i membri del gruppo. Il libro viene scelto di volta in volta dai partecipanti, di solito tramite una votazione o un sondaggio. Il tutto guidato dalla persona che “conduce” il Club.

Una volta deciso di iscriverci, la domanda è: a quale mi iscrivo? A uno dal vivo (se abbiamo la possibilità) oppure online? A uno con tanti iscritti o a uno più ristretto?

Una cosa è certa: non è così semplice scegliere, visto che ce sono un’infinità, soprattutto online!

Io sono iscritta a due Bookclub online e riesco a seguirli, ma non riesco a commentare perché sono gruppi molto grandi e quindi spesso mi perdo tra i commenti e mi perdo la discussione finale. Però allo stesso tempo entrambi mi permettono di venire a conoscenza di percorsi letterari interessanti.

Cosa diversa, invece, è il gruppo di lettura dal vivo. Quello a cui partecipo è un gruppo ristretto: lì sì che posso veramente condividere la mia passione per i libri!

Questo per dire che, come in tutte le cose, non c’è mai una sola risposta o soluzione, dipende tutto da che cosa cerchiamo in un Gruppo o da che cosa ci aspettiamo dal Gruppo stesso.

Il luogo del bookclub

Ormai sono anni e anni che anche in Italia biblioteche, associazioni culturali, università, librerie organizzano Gruppi di lettura. E da qualche anno a questa parte, soprattutto durante la pandemia, sono nati i Bookclub online, in particolare su Facebook e Instagram, ma ultimamente anche su Telegram e Tik Tok.

Su Tik Tok è arrivato il Tik Tok Book Club e sta spopolando, tra giovani e meno giovani. Quindi se siete appassionati di social, se seguite bookstagrammer o booktoker buttatevi nella mischia dei Bookclub online, che funzionano con lo stesso criterio dei Gruppi di lettura dal vivo: solo che una volta al mese viene fissato un incontro virtuale.

Bookclub per tutti i gusti

I Gruppi di lettura sono veramente tanti: da quelli più tradizionali che spaziano tra temi e generi, a quelli di nicchia dedicati ai classici, ai fantasy, alla poesia, alla letteratura inglese o ispanica o francese. Ci sono anche Bookclub dedicati alla letteratura erotica.

Ce ne sono alcuni associati a situazioni di socializzazione: degustazioni o aperitivi in locali alla moda o particolari.

Non è facile fare una lista, ne dimenticherei sicuramente qualcuno. Cito, però, tre tra i miei preferiti Bookclub online, tutti su Instagram: due italiani e uno internazionale. Il club del libro, uno dei primi a essere stato fondato e ancora molto attivo, e il Babook il Bookclub de la libraia misteriosa che propone sempre libri interessanti.

Quello internazionale è dell’attrice Reese Whiterspoon (reesesbookclub), che per chi come me è appassionato di narrativa straniera è sicuramente da prendere in considerazione. Qui però si legge in inglese!

Perché iscriversi?

Ecco i motivi principali che mi hanno spinto a farlo.

  1. La possibilità di avvicinarmi a generi o autori che non avrei mai letto se non spinta dall’impegno preso o dalla curiosità di un confronto. E magari scoprire che alla fine quell’autore finora ignorato mi è piaciuto tanto! Oppure rimanere della mia idea iniziale e spiegare il perché durante il dibattito.
  2. Fare nuove amicizie, vincere la timidezza di parlare davanti ad altre persone, esprimere idee ed emozioni davanti a persone estranee. Per me è stata una grande sfida!
  3. Leggere un libro tra le righe, confrontarmi con altri punti di vista, ascoltare emozioni e sensazioni diverse, leggere un libro anche attraverso altre persone. Capire che ci possono essere sfumature che non avevo colto. Tutto questo per me è arricchimento. Non è il libro che leggiamo in sé a essere importante, ma è la condivisione la cosa fondamentale.
  4. Infine, parlare un’ora di un libro senza che nessuno faccia finta di ascoltarmi!

Recent Posts
Clear Filters

La Bolla Tour della band torinese ha fatto tappa alla Cavea dell’Auditorium per il Roma Summer Fest facendo il tutto esaurito

La band di Manchester ha stregato il pubblico della Cavea al Roma Summer Fest con il Life Under The Stars Tour

Add Comment

Related Posts