Scroll Top
bifst-2024-bari-celebra-il-cinema

Bif&st 2024: Bari celebra “Il cinema”

Al via la quindicesima edizione del “Bif&st Bari International Film&TV Festival” prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission, presieduto dal regista Volker Schlöndorff e diretto dal suo ideatore Felice Laudadio. Presidenti onorari: Ettore Scola e Margarethe von Trotta. Il Bif&st si avvale del sostegno della Direzione generale cinema e audiovisivo del Ministero della Cultura e del Comune di Bari.

Il Bif&st 2024 è dedicato a due grandi registi recentemente scomparsi: Giuliano Montaldo e Paolo Taviani, grandi amici e frequenti ospiti del festival di Bari.

La quindicesima edizione del Bifest si svolgerà da sabato 16 a sabato 23 marzo 2024. Il programma prevede oltre 130 eventi negli 8 giorni fra proiezioni, lezioni di cinema, incontri, conferenze, il tributo a Marco Bellocchio, la partecipazione di 18 film stranieri provenienti da una quindicina di Paesi di tutto il mondo e di altre decine di film di produzione italiana che saranno presentati nei Teatri Petruzzelli, Piccinni e Kursaal mentre il Teatro Margherita ospiterà laboratori, conferenze stampa, incontri su cinema e libri.

Anteprime internazionali: Sono in programma nella sezione non competitiva “Anteprime internazionali” tutti (tranne uno) in anteprima italiana assoluta:

May December di Todd Haynes 

La contadora de peliculas di Lone Scherfig

Another End di Piero Messina

Une affaire d’honneur di Vincent Perez 

What Happens later di Meg Ryan

The Great Escaper di Oliver Parker

Gloria! Di Margherita Vicario

Scarface di Brian de Palma (Special event)

Panorama Internazionale

La giuria composta dai critici Maurizio Porro (presidente), Fabio Ferzetti e Federico Pontiggia, dalla produttrice Elisabetta Olmi e dall’attrice Iris Peynado attribuirà tre riconoscimenti al miglior regista, alla migliore attrice e al miglior attore protagonisti prescelti fra i 12 film del “Panorama internazionale”.

Je verrai toujours vos visages di Jeanne Herry

Retour en Alexandrie di Tamer Ruggli

Gondola di Veit Helmer

Sous le tapis di Camille Japy

Calladita di Miguel Faus  

The G di Karl R. Hearne

Body Odyssey di Grazia Tricarico

Natasha’s Dance di Jos Stelling

El salto di Benito Zambrano

Baltimore di Christine Molloy e Joe Lawlor

La tartaruga di Fabrizio Nardocci

Stella. Ein leben di Kilian Riedhof

ItaliaFilmFest/The Best of the Year

Il Teatro Petruzzelli ospiterà anche le proiezioni dei film della sezione ItaliaFilmFest/The Best of the Year vincitori dei riconoscimenti – assegnati dalla giuria dei critici del Bif&st – che verranno conferiti nelle serate di gala.

Felicità di Micaela Ramazzotti

Io capitano di Matteo Garrone

C’è ancora domani di Paola Cortellesi

Lubo di Giorgio Diritti

Rapito di Marco Bellocchio

Il sol dell’avvenire di Nanni Moretti

Mi fanno male i capelli di Roberta Torre

Comandante di Edoardo De Angelis

ItaliaFilmFest/Nuovo cinema italiano

Sono 8 i film in anteprima, selezionati fra molte decine di film italiani, che saranno valutati da una giuria del pubblico composta da 24 spettatori e presieduta dalla produttrice Donatella Palermo.

La seconda vita di Vito Palmieri

Zamora di Neri Marcorè

La casa di Ninetta di Lina Sastri

Sottocoperta di Simona Cocozza

Gli agnelli possono pascolare in pace di Beppe Cino

Lola Blue di Eleonora Grilli

Animali randagi di Maria Tilli

Il mio posto è qui di Cristiano Bortone e Daniela Porto

ItaliaFilmFest/Doc

In questa sezione non competitiva verranno presentati in anteprima assoluta questi 9 documentari.

Kalavría di Cristina Mantis

Pretendo l’inferno di Eugenio Ercolani

Flora di Martina De Polo

C’era una volta il Derby Club di Marco Spagnoli

Eleonora Abbagnato. Una stella che danza di Irish Braschi

La canzone di Aida di Giovanni Princigalli

E tu slegalo di Maurizio Sciarra

Approdi di Lorenzo Scaraggi

Pattini e acciaio di Rossella De Venuto

Coupon. Il film della felicità di Agostino Ferrente – Cortometraggio

Holocauste di Giovanni Princigalli – Cortometraggio

Cinema&Scienza. Polvere di stelle

In quest’ormai da anni consolidata sezione del Bif&st curata da Orsetta Gregoretti e Silvia Mattoni verranno ospitati sei incontri mattutini (dal 18 al 23 marzo) che faranno seguito alle proiezioni di altrettanti film e documentari. Incontri dedicati, in particolare ma non solo, agli allievi delle scuole medie superiori e agli studenti dell’Università Aldo Moro e del Politecnico di Bari. Ogni giornata avrà un focus tematico.

Si comincerà il 18 marzo con L’Italia e la Space Economy con la partecipazione di Giovanni Sylos-Labini, CEO di Planetek Italia, e di Luca Del Monte dell’Agenzia spaziale europea. Il 19 si parlerà di Orti marziani con lo scienziato Alberto Battistelli, dirigente di ricerca del CNR, e con il giornalista scientifico Lorenzo Pinna, autore di Superquark, che il 20 marzo sarà impegnato a discutere di Detriti spaziali con lo scienziato Ettore Perozzi, senior scientist dell’Agenzia spaziale italiana. Il 21 marzo toccherà alla scienziata Marcella Marconi, dirigente di ricerca dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte (Inaf) e a Valerio Rossi Albertini, senior scientist del CNR, affrontare il tema Stelle e comete mentre il 22 sarà la volta dell’astrofisico e divulgatore scientifico Gianluca Masi occuparsi della Scienza del cielo. È La luna il tema che verrà affrontato il giorno successivo (23 marzo) dall’astronauta generale Roberto Vittori insieme alla giornalista Enrica Battifoglia, responsabile canale Scienza e Tecnica dell’ANSA. Ogni incontro sarà arricchito dalla proiezione di film e di documentari, due dei quali diretti da Marco Spagnoli, collegati ai temi affrontati.

Eventi speciali 

Tre gli eventi speciali: anteprima mondiale di N.E.E.T. di Andrea Biglione con, fra gli altri, Caterina Murino, Fabrizio Biggio, Pietro de Silva e Mietta sulla reintroduzione proposta dal governo della leva obbligatoria per un milione di giovani under30 che non studiano, non lavorano e non cercano lavoro; Bangarang di Giulio Mastromauro girato fra i bambini di Taranto che ospita dagli anni Sessanta la più grande acciaieria d’Europa che ora rischia la chiusura; e in anteprima mondiale W Wolinski di Mauro Cappelloni, una commedia satirica ma soprattutto un omaggio a George Wolinski, forse il più noto dei disegnatori satirici uccisi nell’attentato compiuto nel 2015 nella redazione parigina di “Charlie Hebdo”.

Recent Posts
Clear Filters

Dopo il sold out del 1° Dicembre, anche il 23 Aprile ha fatto registrare il tutto esaurito all’Auditorium Parco Della Musica Ennio Morricone.

In anteprima esclusiva su 100Decibel, il video “Illusione Postmoderna”di Dario Rizzardi, dal 26 aprile in radio e sulle piattaforme digitale.

Nella valle di Susa nasce il progetto Spazio X. L’idea alla base di questo progetto, è quella di mettere in campo idee e nuove canzoni

Add Comment

Related Posts