Scroll Top
tony-levin-torna-a-roma-con-il-progetto-stick-men

Tony Levin torna a Roma con il progetto Stick Men

Tony Levin ha portato nella sala del Teatro Studio Borgia dell’Auditorium Parco Della Musica di Roma, il progetto Stick Men.

Il progetto prende il nome dallo strumento affidato a Levin che si chiama Chapman Stick.

Strumento che ha sia le corde del basso, che quelle della chitarra.

Erano in tre sul palco, sembravano in mille.

Tony Levin e Pat Mastelotto, sono due componenti dei King Crimson di Robert Fripp, a loro si è unito nel 2010 Markus Reuter.

Tony Levin ha una carriera incredibile alle spalle, ha lavorato con i grandi della musica come John Lennon, David Bowie, Peter Gabriel e Lou Reed.

Per capirci, il basso che si sente in Sledgehammer di Gabriel venne suonato da lui.

Anche in Italia è stato chiamato spesso come musicista, in Macramè di Ivano Fossati lo troviamo in L’abito Della Sposa e Stella Benigna di cui è autore della musica.

Tra le altre collaborazioni con artisti italiani, quelle con Vasco Rossi, Alice, Claudio Baglioni e Raf.

Gli effetti usati per la batteria di Mastelotto e per la touch guidar di Reuter, hanno ricreato a le emozioni che il prog rock ha portato nella musica dalla fine degli anni ’60.

Un’ora e mezza di spettacolo che ha conquistato il pubblico presente nella sala.

In scaletta oltre a canzoni tratte dai loro album, anche brani del repertorio dei King Crimson.

 

 

Recent Posts
Clear Filters

Massimo Pericolo ha infiammato il palco del Rock in Roma reduce dal successo del suo ultimo album “Le Cose Cambiano”

La Bolla Tour della band torinese ha fatto tappa alla Cavea dell’Auditorium per il Roma Summer Fest facendo il tutto esaurito

Add Comment

Related Posts