Scroll Top
tananai-la-piccola-peste-si-prende-la-scena

Tananai, la “piccola peste” si prende la scena.

Non è facile rialzarsi dopo essere arrivati ultimi a Sanremo, lui però ci è riuscito.

Sto parlando di Tananai, il soprannome con cui lo chiamava suo nonno, perché pare fosse una piccola peste.

Nato a Milano l’8 Maggio 1995, Alberto (questo il suo vero nome), ha iniziato a fare musica quando ancora studiava al liceo.

Nel 2014 la prima pubblicazione su SoundCloud, una sua versione di Swimming Pools di Kendrick Lamar.

Qualcuno lo ricorderà nel programma condotto da Albertino, Stefano Fontana e Lele Sacchi Top DJ.

Si faceva chiamare Not For Us, arrivò terzo e si aggiudicò un contratto come autore e produttore.

Poi nel 2018 la svolta, cambiò nome e anche genere musicale.

Anni di gavetta e di produzioni, che lo hanno portato a calcare il palco del Festival di Sanremo nel 2022 con Sesso Occasionale.

La canzone si classificò ultima, è vero, ma in giro dopo la kermesse la cantavano tutti, è questo quello che conta.

A Novembre 2022 è arrivato il suo secondo album intitolato Rave, Eclissi (il primo era uscito come Not For Us e nel mezzo uscì anche un EP).

Lui stesso in alcune interviste lo ha definito: “il sunto delle due anime che fin dall’inizio del mio progetto, ho deciso di inserire nelle mie canzoni”.

Pochi giorni dopo è stato annunciato come uno dei protagonisti del nuovo Festival dei fiori del 2023.

Su quel palco ci è tornato con Tango, una canzone che era perfetta in tutto (dopo il festival è stata inserita nella versione Deluxe del disco ripubblicato da Capitol Records).

Una storia commovente che ha conquistato tutti, pubblico e critica e che questa volta gli ha regalato la quinta posizione e che in questi giorni lo sta portando, con grande successo, nei Palazzetti di tutta Italia.

Siamo lontani generazioni io e lui, ma è bello trovare qualcuno che sul palco non si risparmia per il suo pubblico.

 

 

Recent Posts
Clear Filters

Paul Weller, la voce dei Mod, è tornato con un nuovo album dal titolo 66, come i suoi anni, e pubblicato il 24 Maggio scorso

Grande successo per la prima tappa a Roma di Una vita intera tour di Fabrizio Moro. Palazzo dello Sport sold out

Add Comment

Related Posts