Scroll Top
swarm-sciame

Swarm – Sciame

 

Attratta dal trailer ho inizio a vedere questa serie, credendo di vedere solo la storia di un’assassina.

Swarm, sciame, è ben altro invece. Innanzitutto all’inizio di ogni puntata troviamo il messaggio “Questa non è un’opera di fantasia. Qualsiasi somiglianza con persone reali, vive o morte, o con eventi reali è intenzionale”

Dominique Fishback interpreta Dre,una ragazza di colore che convive con l’amica/ sorellastra Marissa (Chloe Bailey) Dre non è solo una semplice fan della cantante Ni’jah ma è la più devota ed  informata,gestisce persino un account di fandom con mezzo milione di iscritti.

La sua semplice vita verrà “rovinata” quando compra per lei e la sua amica i biglietti per andare a vedere la cantante in concerto. Marissa,che non riscuote la sua parte di affitto da diversi mesi si arrabbierà moltissimo, tanto da lasciarla sola a casa e  andando a vivere col suo fidanzato.

Non è stata una bella idea, perché lì Marissa scoprirà il tradimento del fidanzato e tornerà quindi a casa,pensando di trovare Dre,che invece è uscita a bere. Al ritorno,il mattino dopo, Dre troverà Marissa morta suicida.

Capendo che la colpa è del fidanzato andrà da lui e dopo una discussione, lo ucciderà.

Non tanto perché la sua amica si è suicidata, ma perché nel litigio con lui uscirà fuori la storia dei biglietti per il concerto di Ni’jah e il povero malcapitato oserà dire  che non è un gran ché come cantante…

Questo sarà solo il primo degli omicidi.

La serie mette in luce quindi, un problema reale di alcuni fan, che quando diventano troppo ossessivi e patologici potrebbero arrivare a tutto. Anche uccidere.

Dre individua nei social chi insulta la sua beniamina e in qualche modo lo trova e lo uccide.

La sesta puntata è diversa, è girata come fosse un documentario e spezza un po’ il ritmo, ma  non disturba affatto. Anzi.

Il finale è aperto, e noi speriamo che sia di buon auspicio per la seconda stagione.

La serie è su PrimeVideo, ha solo 7  sanguinolenti episodi.

Vi lascio con una frase di Dre, che mi ha colpita perché assolutamente vera ” la morte è bella, perché è imparziale, capita a tutti”

Bhe soprattutto ai non fan di Ni’jah aggiungerei.

Se alla fine della visione della serie avrete notato delle somiglianze con una nota, vera, cantante fatecelo sapere. 😉

Recent Posts
Clear Filters

Ricordiamo colui che ha rivoluzionato il mondo della chitarra elettrica e ispirato tanti musicisti: Jeff Beck.

In anteprima esclusiva su 100Decibel, il video di “Dysphoria” degli Urban Cairo dal 28 giugno in radio e sulle piattaforme digitale.

Add Comment

Related Posts