Scroll Top
swarm-sciame

Swarm – Sciame

 

Attratta dal trailer ho inizio a vedere questa serie, credendo di vedere solo la storia di un’assassina.

Swarm, sciame, è ben altro invece. Innanzitutto all’inizio di ogni puntata troviamo il messaggio “Questa non è un’opera di fantasia. Qualsiasi somiglianza con persone reali, vive o morte, o con eventi reali è intenzionale”

Dominique Fishback interpreta Dre,una ragazza di colore che convive con l’amica/ sorellastra Marissa (Chloe Bailey) Dre non è solo una semplice fan della cantante Ni’jah ma è la più devota ed  informata,gestisce persino un account di fandom con mezzo milione di iscritti.

La sua semplice vita verrà “rovinata” quando compra per lei e la sua amica i biglietti per andare a vedere la cantante in concerto. Marissa,che non riscuote la sua parte di affitto da diversi mesi si arrabbierà moltissimo, tanto da lasciarla sola a casa e  andando a vivere col suo fidanzato.

Non è stata una bella idea, perché lì Marissa scoprirà il tradimento del fidanzato e tornerà quindi a casa,pensando di trovare Dre,che invece è uscita a bere. Al ritorno,il mattino dopo, Dre troverà Marissa morta suicida.

Capendo che la colpa è del fidanzato andrà da lui e dopo una discussione, lo ucciderà.

Non tanto perché la sua amica si è suicidata, ma perché nel litigio con lui uscirà fuori la storia dei biglietti per il concerto di Ni’jah e il povero malcapitato oserà dire  che non è un gran ché come cantante…

Questo sarà solo il primo degli omicidi.

La serie mette in luce quindi, un problema reale di alcuni fan, che quando diventano troppo ossessivi e patologici potrebbero arrivare a tutto. Anche uccidere.

Dre individua nei social chi insulta la sua beniamina e in qualche modo lo trova e lo uccide.

La sesta puntata è diversa, è girata come fosse un documentario e spezza un po’ il ritmo, ma  non disturba affatto. Anzi.

Il finale è aperto, e noi speriamo che sia di buon auspicio per la seconda stagione.

La serie è su PrimeVideo, ha solo 7  sanguinolenti episodi.

Vi lascio con una frase di Dre, che mi ha colpita perché assolutamente vera ” la morte è bella, perché è imparziale, capita a tutti”

Bhe soprattutto ai non fan di Ni’jah aggiungerei.

Se alla fine della visione della serie avrete notato delle somiglianze con una nota, vera, cantante fatecelo sapere. 😉

Recent Posts
Clear Filters

L’opera musicale “La Divina Commedia” regia di Andrea Ortis in scena questi giorni al Teatro Brancaccio fino al 25 febbraio.

I Deerhoof tornano a suonare dalle nostre parti dopo oltre quindici anni, periodo in cui non solo la band californiana…

Nouvelle Vague, il progetto musicale che ha rivoluzionato il suono della musica francese, con un nuovo album

Add Comment

Related Posts
AAAABc6EGyiMTDC3eB7PBI8pUEQD2cHp_cqM6x8pRFQhNmlZs8o9vi5K2J5fjjcNdCMxOqq7ZL9ZE_ZBJXbf3KxE7CM3XSo6KDuUbDlR

Su Netflix dall’8 novembre una miniserie sul cantante Robbie Williams in quattro puntate dove il...