Scroll Top
keine-strasse-dei-wake-up-in-the-cosmos

“Keine Strasse” dei Wake up in the cosmos

Keine Strasse, il debutto dei Wake up in the cosmos, è un viaggio musicale coinvolgente e avvolgente nel labirinto di una mente nebulosa ed ossessiva. Il disco offre un’esperienza sonora sfaccettata, conducendo l’ascoltatore attraverso un mix di emozioni contrastanti e scenari sonori unici. Una confusione nata spontaneamente nel cosmo che aveva solo la necessità di essere raccontata. … Un cosmo che tende al disordine.

Keine Strasse si distingue per la sua originalità e la capacità di trasportare l’ascoltatore in un viaggio senza confini. I Wake up in the cosmos dimostrano di possedere una maestria nell’esplorare le molteplici sfaccettature delle emozioni attraverso la loro musica, creando un album che cattura l’attenzione e lascia un’impronta duratura.

Il percorso inizia con When I was ten un brano che, con influenze garage, offre una pedalata spensierata nell’infanzia irrequieta del protagonista. La traccia cattura il passato con un testo evocativo, introducendo il tema del viaggio senza una meta definita.

Keine Strasse si presenta come un’opera strutturale, un crescendo di suoni taglienti, riff ridondanti e caos che racconta il dolore di un amore non corrisposto. La canzone trasmette il disagio profondo che solo un fantasma può provare, creando un’atmosfera avvincente e intensa.

Ziggurat emerge come il punto culminante del disco, offrendo un’esperienza sperimentale e un viaggio sonoro nella Mesopotamia. L’apparente distanza da tutto e da tutti si trasforma in un incubo, con anime dannate che cercano di ostacolare l’ascesa verso la salvezza, portando l’ascoltatore a riflettere sulla complessità della realtà.

Berenice rallenta il ritmo, introducendo una ballata psichedelica intrisa di delay e riverberi, dipingendo nottate insonni vissute fra sogni e ricordi. 

“Sensual Crime” offre un delirio ossessivo attraverso un sound che trasporta direttamente nella Louisiana, creando un’atmosfera coinvolgente e avvolgente.

“Outside-Inside” rappresenta una lotta interna, esplorando il dualismo tra pensieri e desideri attraverso un’alternanza di rimbalzi dinamici ed energici. Il brano contribuisce a mantenere alta l’intensità dell’album, mantenendo l’ascoltatore coinvolto fino alla fine.

“Fruhstucken” chiude il cerchio dell’album in modo magistrale, offrendo un brano introspettivo, tetro e complesso. La traccia disillude e distrugge l’amore, mettendo in risalto la profondità emotiva e la versatilità della band

Ascolta “Keine Strasse” dei Wake up in the cosmos su Spotify 

https://open.spotify.com/intl-it/album/6FcxH05ptKbU0WoIKdXzj6

Recent Posts
Clear Filters

Intervista ai Polo Territoriale sul loro brano “Pamela” una giovane donna alle prese con le sfide della dipendenza

14 Giugno seconda serata del tour Funziona solo se stiamo bene insieme di Biagio Antonacci alle Terme di Caracalla di Roma.

Il concerto dei CCCP al Rock in Roma è stato un evento epocale. Un ritorno trionfale che ha dimostrato la forza immortale della loro musica

Add Comment

Related Posts