Scroll Top
giuditta-in-tour

Giuditta in tour

GIUDITTA
live a giugno a Firenze, Bergamo, Pistoia e Parma

GIUDITTA in giro Tour: i prossimi concerti

03/06 FIRENZE – Genepì (opening Via dell’Ironia)

Inizio ore 21.00 – ingresso libero senza prenotazione

09/06 TREVIGLIO (BG) – Tramonto

10/06 PISTOIA – the dUMb
Inizio ore 22.00 – ingresso libero senza prenotazione

17/06 – PARMA – Le Terre di Ginevra
Inizio ore 21.30 – ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

 al 0524 62100, 371 3449948

30/06 – 01/07 BERGAMO – Clamore Festival (TBA)

Continua il tour dei GIUDITTA in tutta Italia,  per la presentazione dell’omonimo EP d’esordio: nel mese di giugno  la band bresciana, Best Band Lombardia all’Arezzo Wave Love Festival 2021, si esibirà a Firenze, Bergamo, Pistoia e Parma, portando i brani del disco in un arrangiamento inedito e facendo ascoltare in anteprima alcune canzoni inedite dalle sonorità post rock/shoegaze.

Con il loro EP, uscito alla fine del 2022, i GIUDITTA si sono fatti conoscere per i loro testi introspettivi e le sonorità muscolari. 

GIUDITTA è un EP intenso e coerente: la voce sempre riconoscibile di Francesca Cordone guida l’ascoltatore attraverso riflessioni personali e sociali, che affondano le radici in un passato più o meno remoto. Il punto di vista che vuole restituire la band, però, non è né malinconico né nostalgico: siamo orfani di pensieri forti, non sappiamo chi siano le nostre guide, ma non abbiamo perso noi stessi. E la salvezza è e sarà sempre nel riconoscersi e di lì ricostruire un presente d’accoglienza e d’Amore. Chi siamo noi? Siamo vittime e carnefici, siamo bambini che credono – ancora – alle favole, riflessi, animali in fuga, ma sempre alla ricerca di uno spazio all’interno del quale riposarsi e ritrovarsi.

I GIUDITTA per l’EP d’esordio hanno scelto di lavorare con Luca Tacconi, che ne ha curato la produzione artistica. Il master è stato eseguito da Giovanni Versari. Il mini-disco è stato anticipato dal singolo PECE.

I GIUDITTA PARLANO DELL’EP

Giuda e Pece incontrarono Amore: si riconobbero al primo sguardo. I tre si sedettero allo stesso tavolo e divisero il pane come compagni. Si fecero una promessa: avrebbero condiviso ogni pasto, da quello più amaro a quello più dolce, si sarebbero fatti spalla e braccio per sostenere e per accogliere.
Stretti in un abbraccio si sciolsero in un corpo unico e insieme rinacquero Re.

Abbiamo scelto di iniziare il nostro percorso con una sorta di amuse-bouche: un assaggio pensato per il nostro pubblico attraverso cui far conoscere i nostri ingredienti e il nostro modo di lavorare. Un incontro – il primo – che è stato a tutti gli effetti un lavoro di squadra.

Al testo e alle melodie c’è Francesca, che ha curato anche il lato concept e visual dell’intero progetto.

Alla scrittura musicale e all’arrangiamento c’è Ludovico, basso elettrico e guida spirituale dell’intera ciurma: è stato in grado di riunire le quattro menti sotto un universo musicale ordinato, in cui c’è sempre spazio per la creazione individuale.

C’è quindi Francesco, che ha saputo costruire una ricchezza di suoni e armonie con una sola chitarra e le sue pedaliere. E infine, alla batteria, Jury, il nostro lato più giocoso e vivace, che ha curato il lato percussivo e batteristico.

La produzione del disco è stata seguita in un primo momento da Ludovico e, successivamente da Ludovico e Luca Tacconi che, come una figura paterna, ci ha accompagnato ad ogni singolo passo. Un incontro raro: Luca è stato in grado di entrare nel progetto con un garbo e una risolutezza incredibili. A lui dobbiamo tanto.

Il master è stato eseguito da Giovanni Versari, un nome che abbiamo scelto senza dubbi dal momento essendoci riconosciuti in tutti i suoi lavori.

GIUDITTA | BIOGRAFIA    

Giuditta è una realtà nata nel 2020 dall’incontro di quattro musicisti attivi già da tempo nella scena bresciana. Il progetto, co-fondato da Francesca Cordone (voce e parole) e da Ludovico Di Meco (basso e arrangiamento), ha trovato la sua realizzazione con l’arrivo di Francesco Regazzoli alla chitarra e di Jury Suardi alla batteria.

Il nome del gruppo nasce dall’esigenza di farsi simbolo: del debole che resiste al forte, di chi non si fa soggiogare da alcun potere, ma che sventola la testa di Oloferne dopo la vittoria. Una figura femminile che vuole determinarsi e che rappresenta il diritto alla propria individualità.

In nome di ciò per i Giuditta alla base del loro progetto c’è l’aggregazione, il fare “zoccolo duro”, ponendosi come obiettivo il narrare, sempre e comunque.

A formare l’immagine di Giuditta sono quattro musicisti che si sono scelti nella loro grande diversità, prima di tutto, come persone.

Nell’estate 2021 si aggiudicano il titolo di “Best Band Lombardia” all’ Arezzo Wave Love Festival, presentando i pezzi “Caro Mio Giuda” e “La Foresta dell’Amore”.

Leggerezza, musica fresca, il sogno di fondare una band in pieno lockdown e farlo bene.” (Arezzo Wave)
A ottobre 2021 sono ospiti di Radio Popolare della trasmissione JACK, curata da Matteo Villaci, dove hanno l’occasione di registrare live i tre singoli “Pece”, “Caro Mio Giuda” e “Corri Qui”.

Da gennaio lavorano all’EP Giuditta, prima negli studi di Radio Popolare e in seguito presso il Sotto il mare Recording Studios di Luca Tacconi, che ne cura anche il mix. Il master è stato realizzato da Giovanni Versari. 

A novembre 2022 esce l’atteso EP d’esordio, intitolato GIUDITTA.

Recent Posts
Clear Filters

Post Views: 79

Giovedì 11 Luglio nella location di Valmontone Outlet, per il Valmontone Summer Festival si sono esibiti i The Darkness

Massimo Pericolo ha infiammato il palco del Rock in Roma reduce dal successo del suo ultimo album “Le Cose Cambiano”

Add Comment

Related Posts