Scroll Top
daniele-silvestri-30-anni-di-carriera-tra-melodia-e-impegno-sociale

Daniele Silvestri: 30 Anni di carriera tra melodia e impegno sociale

Daniele Silvestri, figura di spicco della scena musicale italiana, celebra tre decenni di carriera ricchi di successi, sperimentazioni e profondo impegno sociale.

Nato il 18 agosto 1968 a Roma, la sua carriera ha preso il via nei primi anni ’90, quando pubblicò il suo album di debutto omonimo Daniele Silvestri nel 1994.

Le tracce dell’album facevano già intravedere la sua abilità nel combinare le parole al meglio, unendo melodie orecchiabili a testi ricchi di significato.

Il vero trampolino di lancio per Silvestri è arrivato nel 1995, con l’uscita dell’album Prima Di Essere Un Uomo che conteneva la canzone presentata al Festival di Sanremo L’uomo Col Megafono e la fortunata Le Cose In Comune.

Quest’ultimo ha raggiunto le posizioni più alte delle classifiche, portando l’artista romano all’attenzione del grande pubblico.

Negli anni successivi, Daniele Silvestri ha continuato a sperimentare con nuovi suoni e stili musicali.

Album come Sig. Dapatas e Unò-Dué hanno evidenziato la sua crescita artistica, introducendo elementi di rock, pop e influenze folk nella sua musica.

Quello che rende unica la carriera di Silvestri, è il suo impegno sociale e la capacità di utilizzare la sua piattaforma per portare avanti messaggi di consapevolezza e riflessione critica.

Canzoni come Salirò e Il Mio Nemico testimoniano il suo desiderio di affrontare le sfide sociali attraverso la sua musica, usando le parole come strumento di cambiamento.

Nel corso degli anni, Silvestri ha collaborato con altri grandi artisti italiani, consolidando la sua posizione nella scena musicale del paese.

Da poco con Niccolò Fabi e Max Gazzé, ha annunciato la data che celebra i 10 anni del progetto comune chiamato Il Padrone Della Festa, appuntamento il 6 Luglio al Circo Massimo di Roma.

Ha anche ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui premi come il Premio Tenco e il David di Donatello per la miglior canzone originale dalla colonna sonora di Notturno Bus.

Negli ultimi anni, ha continuato a incidere album di successo, come Acrobati nel 2018 e il più recente X.

La sua musica rimane attuale e rilevante, dimostrando una versatilità che pochi artisti riescono a mantenere nel corso di tre decenni.

Con trent’anni di carriera alle spalle, Daniele Silvestri ha dimostrato di essere più di un semplice cantautore.

É un narratore delle sfide della vita contemporanea, un poeta che usa la sua arte per esplorare il mondo che lo circonda.

Sfida che da qualche giorno ha portato sul palco dell’Auditorium Parco Della Musica Ennio Morricone di Roma.

Location che ha trasformato nella sua residenza, saranno ben 30 alla fine i concerti che farà nella Sala Petrassi.

Ogni concerto de Il Cantastorie Recidivo sarà diverso dall’altro, con tanti amici che saliranno sul palco con lui.

Ieri sera sono stato a vederlo e a fotografarlo, lo spettacolo è davvero coinvolgente.

Come dice lo stesso Silvestri, lo show è una sorta di sequestro, sai quando entri ma non sai quando esci.

Il concerto è diviso in due parti, tra le canzoni della prima alcune tratte da X come L’uomo Nello Specchio cantata con Fulminacci (definito come un figlio) e Sornione con il “fratello” Niccolò Fabi.

La seconda parte si è aperta con un podcast intitolato Le Cose In Comune, lanciato da una sigla che Max Gazzé (ospite qualche sera fa) ha definito “imbarazzante”.

L’ospite della serata era Rodrigo D’Erasmo.

Dopo una bella chiacchierata tra amici, in cui Rodrigo ha raccontato di come da bambino si è approcciato al violino, insieme hanno fatto una canzone che come ha raccontato Daniele avrà fatto dal vivo forse tre volte.

Dopo Illuso sono arrivate Aria e L’autostrada sempre con Rodrigo.

Non poteva mancare A Bocca Chiusa, che anche grazie al film di Paola Cortellesi sta vivendo una seconda giovinezza.

L’impegno sociale non è mancato nemmeno ieri sera con grande spazio dedicato a Emergency e al ricordo di Gino Strada.

Chiusura con il botto, affidata a Salirò e Testardo.

Le 30 date de Il Cantastorie Recidivo si chiuderanno il prossimo 14 Aprile sempre nella sua Roma.

Il suo impatto sulla musica italiana va oltre le note e le melodie, influenzando anche il modo in cui il pubblico riflette sulle tematiche sociali.

Con la promessa di nuove avventure musicali nel futuro, Silvestri continua a essere un faro di ispirazione per generazioni di amanti della musica e cercatori di significato.

 

 

Recent Posts
Clear Filters

Ricordiamo colui che ha rivoluzionato il mondo della chitarra elettrica e ispirato tanti musicisti: Jeff Beck.

In anteprima esclusiva su 100Decibel, il video di “Dysphoria” degli Urban Cairo dal 28 giugno in radio e sulle piattaforme digitale.

Add Comment

Related Posts