Scroll Top
riportiamo-a-galla-lintervista-con-stillpani

Riportiamo “A Galla” l’intervista con Stillpani

Alessandro Paniccia in arte “Stillpani” è un cantautore aquilano (classe 1999). Inizia la sua carriera nel 2019 con il singolo “Immortale” che riscuote un buon successo in città. 

Seguono altri due singoli e la pubblicazione dell’EP “4912” nel 2020. Con questi brani riesce a fare buone esperienze nell’àmbito live e attira su di sé attenzioni di case discografiche. 

Nel periodo 2021/2022 pubblica quattro singoli: “Pagine Vuote”, “Schiaffi”, “Sto Bene/Sto Male e “Vertigine” che alternano varie sonorità l’una dall’altra. 

Nel 2023, dopo un piccolo periodo di inattività, torna con il nuovo singolo “A Galla” prodotto da Etrusko e Phonez (Alti Records) e pubblicato da Kimura (LaPop). 

Scopriamo qualcosa di più su di lui, sul brano e sul suo progetto.

Benvenuto sulle pagine di 100Decibel. Parliamo del nome d’arte “Stillpani”, come nasce questo percorso artistico?

Ciao a tutti e grazie per l’opportunità. ‘’Stillpani’’ nasce nel maggio del 2019 con ‘’Immortale’’, il mio primo singolo. Ho sempre avuto questo sogno nel cassetto, ho sempre scritto e cantato, dopo un brutto periodo della mia vita ho trovato la forza per far uscire tutto quello che chiudevo da sempre dentro di me.

Chi è Alessandro Paniccia al di fuori della musica?

Un ragazzo semplice, con forti valori, legato agli amici e con tanta voglia di rivalsa. 

“A Galla” è il tuo nuovo singolo. Cosa rappresenta questa canzone?

Più di tutto per me ha un forte senso di ‘’rinascita’’, torno dopo un po’ di tempo con questa canzone che avevo lasciato chiusa nel cassetto per occasioni speciali, la firma con LaPop e Kimura è stata l’occasione per far uscire questo singolo.

Come definiresti le sonorità di questo brano?

Sperimentale, graffiante, hit. 

Come artista, quanto è importante la sperimentazione di nuove sonorità nel mercato musicale?

Nel 2023 tantissimo, sto sperimentando tante sonorità durante la mia breve carriera, i quattro singoli prima di ‘’A galla’’ lo dimostrano e sono felicissimo che nonostante riesca ad essere versatile ricevo sempre buoni feedback.

Quale artista del panorama nazionale o internazionale pensi ti abbia maggiormente influenzato e con chi ti piacerebbe collaborare?

In Italia su tutti per me c’è Coez, vengo dal rap e ho sempre e solo ascoltato quel genere. Potrei farti ancora tanti nomi, i dischi che mi hanno formato di più oltre al già citato Coez portano la firma del primo Tedua e del primo Sfera, ultimamente sono in fissa con Jul, rapper francese. Una collaborazione con uno degli artisti scritti sopra sarebbe il mio sogno a mani basse (ahah).

Progetti futuri? C’è un disco in uscita?

Sicuramente abbiamo altra carne al fuoco, nuovi singoli, nuove sonorità e nuove parti di me. Per il disco non lo so ancora, ma forse una raccolta…

Recent Posts
Clear Filters

In anteprima esclusiva su 100Decibel, il video “Illusione Postmoderna”di Dario Rizzardi, dal 26 aprile in radio e sulle piattaforme digitale.

Nella valle di Susa nasce il progetto Spazio X. L’idea alla base di questo progetto, è quella di mettere in campo idee e nuove canzoni

Animali da Palcoscenico Club tour della band romagnola capitanata da Lorenzo Kruger ha fatto tappa ieri al Largo Venue

Add Comment

Related Posts