Scroll Top
alex-giuliani-le-impressioni-sulla-seconda-serata-del-festival-di-sanremo

Alex Giuliani: le impressioni sulla seconda serata del Festival di Sanremo

Festival di Sanremo 2023. L’evento televisivo dell’anno, per una settimana tutti gli italiani saranno esperti di Musica. E noi non volevamo essere da meno, con la differenza che lo facciamo senza prenderci sul serio e col sorriso sulle labbra. Il nostro Alex Giuliani dal divano di casa sua sarà un attento osservatore della kermesse e cercherà di strapparci un sorriso, che di questi tempi non può che farci bene.
Nessuno si senta offeso. Se vi offendete siete solo dei vecchi catorci (cit.)

Le impressioni di Alex Giuliani sulla seconda serata di Sanremo 2023:

  • Sono a cena fuori con amici in una trattoria di cucina romana: mangio fagioli con le cotiche, carbonara, gnocchi col sugo di coda, spaghetti cicoria e pecorino, saltimbocca alla romana, spezzatino alla cacciatora. Tutto comunque più digeribile di una serata del Festival di Sanremo
  • Amadeus presenta il primo cantante in gara accanto a Gianni Morandi, armato di scopa. Il povero Gianni già sa che anche stasera ci sarà merda sul palco
  • Il primo concorrente, Will, ha un viso acqua e sapone talmente anonimo che praticamente è solo acqua
  • Will è vestito come un lattaio degli anni 40 che faceva le consegne porta a porta in bicicletta. Un mestiere purtroppo sparito. Un po’ come quello del cantante
  • I Modà tornano sul palco ed eseguono “Lasciami” che ha un testo talmente brutto e zuccheroso che neanche Michael Bolton in iperglicemia avrebbe mai scritto
  • In un festival monopolizzato da rapper, trapper e presunti cantautori, fa strano vedere una band che suona sul palco. Poi ti ricordi che sono i Modà e trovi un’amara spiegazione a tutto
  • Stasera tocca a Francesca Fagnani accompagnare Amadeus e Gianni Morandi. Chi cazzo è Francesca Fagnani?
  • Francesca Fagnani è una giornalista e conduttrice del programma “Belve” in cui intervista personalità teoricamente forti ma per lo più rompicoglioni, quasi sempre donne (Simona Ventura, Alessandra Mussolini, Giorgia Meloni, Katia Ricciarelli, Paola Turci ecc) e più raramente uomini (Massimo Giletti). Ha intervistato anche Alfonso Signorini e Matteo Renzi, ma non saprei in che categoria metterli
  • SetHu, con un terrificante taglio di capelli alla Jim Carrey in “Scemo & più scemo”, canta “Cause perse”. Una di queste è sicuramente lui
  • Al Bano e Massimo Ranieri che, accompagnati da Gianni Morandi, insieme fanno 3346 anni come Tutankhamon, sono i primi ospiti e sfoggiano delle prestazioni vocali sontuose. Le uniche della serata
  • Al Bano e Massimo Ranieri che, accompagnati da Gianni Morandi, insieme fanno 3346 anni come Tutankhamon, sono i primi ospiti e sfoggiano delle tinte di capelli mostruose. Le uniche della serata
  • Morandi parte dalla galleria, Ranieri dalla platea, Al Bano dalle scale, poi si riuniscono sul palco. Solo la reunion degli 883 potrebbe oscurare un evento del genere
  • Morandi parte dalla galleria, Ranieri dalla platea, Al Bano dalle scale, poi si riuniscono sul palco. Si sente nitidamente esclamare un “ma non era qui il cesso?”
  • Per festeggiare gli imminenti 80 anni di Al Bano (li farà il 18 maggio), vengono portate sul palco 4 torte con 20 candeline ciascuna. Per spegnerle tutte, Al Bano ha rischiato di non arrivare al suo compleanno per un enfisema polmonare
  • Gli Articolo 31, ancora offesi per non essere stati citati da Benigni tra gli articoli più belli della Costituzione, salgono sul palco per eseguire “Un bel viaggio”. Il più bel viaggio resta quello che li riporterà a casa
  • Gli Articolo 31 sono entrambi vestiti completamente di bianco ma con risultati diversi: J-Ax sembra Frank Nitti, il temibile sicario mafioso de “Gli Intoccabili” mentre Dj Jad sembra Paolo Villaggio quando raggiunge il Creatore in “Fantozzi in Paradiso”
  • Lazza, inizia la sua performance seduto come stesse al bagno. Lazza sulla tazza
  • Lazza, faccia tatuata che lo fa sembrare il cartellino attaccato alla giacca appena ritirata dalla tintoria, indossa un vestito che sembra fatto con gli incarti dei Baci Perugina Fondentissimo 70%. Glielo ha consigliato Amadeus
  • Lazza è quello che canta usando il linguaggio “riocontra” (ovvero invertire le sillabe delle parole). E fa foschi al ozcaz
  • Sale sul palco PJ Harvey! Ah no, è Giorgia
  • Giorgia dopo trent’anni di carriera conferma che una voce fantastica non potrà mai valorizzare una canzone di merda. E’ come mettere una cravatta sulla canottiera sperando di diventare più eleganti
  • L’attivista iraniana Pegah, accompagnata da Drusilla Foer sul palco dell’Ariston, parla della mancanza di libertà e di diritti umani nel suo paese dove rischierebbe di essere arrestata o ammazzata dalla polizia. Un po’ quello che succede in USA se sei di colore e non rispetti uno stop
  • Nonostante le polemiche di ieri, anche stasera è presente il Presidente Mattarella che sfoggia un insolito abito lungo bordeaux. Ah no, è Drusilla Foer
  • Colapesce e Dimartino cantano “Splash”. Il ritornello dice “Preferisco il rumore delle metro affollate, a quello del mare”. Noi a Roma non possiamo scegliere, quando prendiamo la metro in un giorno di pioggia sentiamo entrambi i rumori
  • Shari di cognome fa Noioso. Nomen omen. I Romani la sapevano lunga
  • Shari, dal look aggressivo leopardato, parla e canta come se stesse facendo un calco per l’impronta dentale
  • Shari è la fidanzata di Salmo, o almeno lo era prima che Salmo si buttasse in piscina vestito e col microfono in mano
  • Super ospiti della serata sono i californiani Black Eyed Peas che ricordano a tutti i detrattori di Sanremo che la musica di merda si fa anche oltre oceano
  • Madame, che aveva sfoggiato il nude look prima di Chiara Ferragni, canta “Il Bene nel Male”. Nonostante ripeta 34 volte la parola “tanto”, il pezzo è di una pochezza imbarazzante
  • Madame ripete anche 19 volte la parola “amore”. E Bon Jovi muto
  • Una elegantissima Francesca Fagnani porta a Sanremo le parole dei ragazzi del carcere di Nisida. Parole toccanti e sicuramente più comprensibili del testo cantato da Anna Oxa
  • Neanche il tempo di digerire la presenza di Chiara Ferragni e compare Fedez in collegamento dalla nave Costa Concordia
  • Ho lanciato una petizione su Change.org per far mettere Schettino al timone della Costa Concordia
  • Fedez si esibisce in un freestyle e strappa una foto di Galeazzo Bignami, vice-ministro delle Infrastrutture e Trasporti, vestito da Hitler. Bignami è talmente brutto che la foto andrebbe strappata a prescindere dal vestito
  • Levante, che sfoggia una tinta color fibra di canapa usata dagli idraulici per le guarnizioni, canta “Vivo”. Io invece non mi sento tanto bene
  • Tananai ha uno stile più classico, indossa un vestito fatto con le stoffe avanzate di Poltrone Sofà e un fiore all’occhiello che sembra una magnolia strappata a bordo autostrada. “Tango” è una canzone molto sanremese e quasi piacevole. Sarà un insuccesso
  • Finalmente posso sentire cantare Rosa Chemical, dopo tutte le stupide polemiche innescate dai soliti bacchettoni
  • Ho sentito cantare Rosa Chemical. Vi prego, torniamo alle stupide polemiche innescate dai soliti bacchettoni
  • Rosa Chemical ha tatuato sulla faccia “1998”, l’anno in cui è nato. Un’alternativa eco-friendly per far risparmiare carta all’anagrafe del Comune di Alpignano
  • Rosa Chemical, da qualsiasi prospettiva lo/la si guardi, è bello/a. L’anno scorso avrei usato la parola “pisellabile” per descriverlo/a, ma oggi il politically correct non me lo consente
  • LDA, il terzo figlio di Gigi D’Alessio è la dimostrazione che la mela non cade mai lontana dall’albero. Così come le mie palle
  • Paola e Chiara chiudono la serata con “Furore”. E’ il momento in cui tutti i mariti e fidanzati mandano le proprie mogli e fidanzate a preparare un caffè in cucina per poter sbavare liberamente davanti alla tv. Ma mogli e fidanzate li mandano a fare in culo perché è passata la mezzanotte
  • Paola e Chiara sono vestite come i Cugini di Campagna la sera prima e sembrano due “mirrorball” di una discoteca di Brooklyn ai tempi de “La Febbre del Sabato Sera”
  • Paola e Chiara terminano la coreografia cadendo tra le braccia dei ballerini con la grazia di due aceri abbattuti da un taglialegna canadese
  • Passa il tempo ma Paola e Chiara restano belle. L’anno scorso avrei usato la parola “pisellabili” per descriverle, ma oggi il politically correct non me lo consente
  • Morandi racconta che una volta durante un concerto se la fece sotto e che si fece prestare i pantaloni dal batterista che quella sera ha suonato in mutande. Se gli avessero prestato i guanti, non gli sarebbero entrati
  • A mezzanotte e cinquanta fa il suo ingresso sul palco il comico Angelo Duro. Io, a quell’ora, faccio il mio ingresso nel letto
  • Angelo Duro aveva promesso: “Farò pentire chi mi ha invitato al Festival” ovvero Amadeus, l’unico che a quell’ora era ancora sveglio
  • Angelo Duro dice che il segreto di un matrimonio lungo è quello di andare a puttane e attacca le donne dicendo “vi piace soffrire”. Il suo prossimo intervento sarà tra una decina d’anni, alle 4 del mattino su Teleaniene. Parola di Chiara Ferragni
Recent Posts
Clear Filters

In anteprima esclusiva su 100Decibel, il video “Illusione Postmoderna”di Dario Rizzardi, dal 26 aprile in radio e sulle piattaforme digitale.

Nella valle di Susa nasce il progetto Spazio X. L’idea alla base di questo progetto, è quella di mettere in campo idee e nuove canzoni

Animali da Palcoscenico Club tour della band romagnola capitanata da Lorenzo Kruger ha fatto tappa ieri al Largo Venue

Add Comment

Related Posts