Doppio live quello proposto da Villa Ada Roma Incontra il Mondo, la rassegna musicale romana che a sorpresa ha annunciato alcune ultime date settembrine fra le quali quella del 10 in cui si sono divisi il palco Giovanni Truppi e Giorgio Canali e Rossofuoco.

La location è sicuramente suggestiva e crea la sua buona dose di atmosfera per un live che si potrebbe definire non convenzionale visto il modo in cui i due artisti affrontano il palco e il rapporto con il pubblico.

Il primo artista ad esibirsi è Truppi, cantautore napoletano che ha ormai all’attivo tre album, l’ultimo nel 2014 dal titolo Giovanni Truppi. Un artista dalle molteplici sfaccettature che propone brani che rimandano alla tradizione del cantautorato italiano, ma lo fa attraverso uno stile irriverente ed originale. Testi ricchi di giochi di parole, contraddizioni e poesia, che descrivono la quotidianità senza prendersi troppo sul serio per un live sfrontato e divertente, durante il quale il pubblico prende parte ad uno show dalla verve teatrale e cabarettistica. Tutto ciò si sposa con un bel talento musicale, per un artista versatile che oltre a cantare è anche chitarrista e pianista. Il suo pubblico, nutrito a dirla tutta, lo sa bene e segue la performance con grande entusiasmo e partecipazione, costringendo l’artista a tornare ben due volte sul palco per un’ora abbondante di concerto. Per l’occasione on stage con lui Luciano Torella alla batteria e Francesco Motta – compositore polistrumentista, cantante dei Criminal Jokers – alla chitarra di http://buyessaysweb.com/.

Intorno alle 23.30 tocca a Giorgio Canali e Rossofuoco  in formazione da tre, con Luca Martelli alla batteria e Marco Greco al basso, salire sul palco di Villa Ada. E la serata già calda diventa bollente. Le canzoni di Canali, quasi tutte riarrangiate live, possono contare su un suono potente e rock fino all’ultima nota, con una batteria massacrante, dal groove deciso ed incalzante. Un concerto che oltre ad un’alta qualità musicale – d’altronde Giorgio Canali è un gigante della storia musicale italiana – propone anche un’atmosfera di grande divertimento ed ilarità. E come era già successo con Truppi, il palco sembra sparire di colpo e la distanza fra musicisti e pubblico sembra praticamente annullata. Il dialogo con gli spettatori è costante; il gruppo propone alcuni dei brani più famosi aprendo il concerto con Mostri sotto il letto (da Giorgio Canali & Rossofuoco, album del 2004), continuando con Ci sarà da Rojo, album del 2011 e poi passando per tutti i brani più conosciuti del gruppo come Tutti gli uomini, Nuvole senza Messico e Nostra Signora della Dinamite, canzone quest’ultima che dà il nome all’album del 2009 e da cui sono estratti anche i due brani precedenti. Trovano spazio nella scaletta anche il brano Rossocome da Rossofuoco del 2002 e Precipito, sempre da Giorgio Canali & Rossofuoco. Un concerto non troppo lungo (anche a causa dell’ora di inizio della performance), ma estremamente denso ed intenso. Musica vera, spontanea, in un live senza troppe ingessature e volto tutto al contatto diretto, alla voglia di condividere un momento musicale che raggiunge livelli di carica emotiva elevata.

Due performance accomunate da un modo di fare musica sui generis, se vogliamo, giocato sulla vicinanza al proprio pubblico, sulla voglia di fare qualcosa di bello e di farlo insieme. E questa sensazione di vicinanza, insieme alla buona musica e ad artisti unici, irriverenti, divertenti hanno reso la serata qualitativamente alta, molto interessante e stimolante. Un doppio centro per Villa Ada Roma Incontra il Mondo, dunque, che è riuscita ad aggiungere una gran bella data ad un programma musicale che aveva già offerto interessanti performance e –  a quanto pare – continua a farlo. E  per la data di sabato 12 si attende il live dei Thegiornalisti che si preannuncia anch’esso da non perdere.

Comments

comments