La stagione autunnale dei concerti live è iniziata alla grande! E nessun rimpianto sempre esserci per l’ormai passata estate. Grazie all’Ausgan Produzioni, New Life Promo & Grinding Halt Concerti, la serata del 12 Settembre abbiamo assistito ad un live che segna definitivamente un posto d’onore nell’indie rock di una delle band americane più amate ed ammirate nel genere: stiamo parlando dei Crocodiles.

Ad aprire la serata sono gli italiani Odiens, band romana i cui membri rispondono al nome di Valerio Piperata alla batteria, Alessio Mose e Daniele De Santis alle chitarre, Matteo Mignani al basso e Flavio De Cinti alla voce. Come una fenice sono nati dalle ceneri di due gruppi: i Ballast e Lapsus. Sono rinati a nuova vita , debuttando ufficialmente col nome di Odiens il 14 Luglio del 2011 come opening dei TARM, con l’EP d’esordio Tema di Scandalo al Sole. Per una buona mezz’ora ci ritroviamo catapultati nel nostalgico mondo degli anni ’60 con il sound familiare di gruppi come gli Equipe 84, Camaleonti, Formula 3, Nomadi o nelle figure angeliche di Patty Pravo, Caterina Caselli, Nada.

Il pubblico si è riscaldato con questi ragazzi che tengono il palco in maniera eccelsa. Ora però è arrivato il momento per i presenti di dare il meglio di sé e vi assicuriamo che non ci deludono. E ce ne accorgiamo quando gli headliner salgono sul palco.

Anticipati dalle date di Milano e Torino, ora tocca al BlackOut di Roma ospitare i Crocodiles. Il tour che li sta portando su e giù per lo stivale e in giro per il mondo si muove nel segno della promozione del nuovo album della band californiana uscito alla fine di Agosto: Crimes of Passion, che porta il marchio  FrenchKiss Records e prodotto da Sune Rose Wagner dei Raveonettes. Anticipato dal singolo Crockroach, abbiamo avuto la conferma che lo stile della band ha subito un notevole cambiamento: ora i pezzi sono eseguiti con più maestria e decisamente più padronanza. Ritmi incalzanti e potenti, scuotono il pubblico portandolo a reagire alla provocazione di questi ragazzi che stanno facendo di tutto per non farci sentire le difficoltà di un’acustica non degnamente all’altezza del tipo di sound prodotto. Brandon Welchez e Charles Rowell in questa serata si stanno scatenando e il pubblico ormai li segue a ruota libera, soprattutto sulle note di Hearts of Love, Endless Flower e Sleep Forever.

Dopo circa un’ora di puro indie pop, la serata giunge al termine lasciando tutti pienamente soddisfatti.

Ringraziamo l’organizzazione e il BlackOut per l’ospitalità.

Per saperne di più:

https://www.facebook.com/killcrocodiles

https://www.facebook.com/OdiensOfficial

https://www.blackoutrockclub.com

Comments

comments