Esce un EP di Margherita Zanin dal titolo “Radiomarghe”. Ed è un lavoro che, come da titolo, mette in scena il passato e il futuro di Margherita Zanin. Solamente 4 brani, 2 scritture del suo disco precedente e 2 inediti “Rosa” e “Amaro”. Ed è un modo elegante e assai interessante per anticipare il futuro e il nuovo disco, la trasformazione e la voglia di rinnovarsi e di andare incontro alla consapevolezza di se. Un mood industriale che mette le mani in una dimensione spiccatamente digitale e internazionale facendosi urban e noir nello spirito e liberandosi a colori vivaci e belle sensazioni di se come nel singolo “Rosa”. Una forma che leggiamo come serena ed equilibrata emancipazione. In rete troviamo tutti i video ufficiali di questi 4 brani. Belle nuove in casa ZANIN che ci racconterà con dovizia di particolari. E noi lo attendiamo al varco…

Un EP crossover tra passato e futuro. Il senso di questa pubblicazione per te, personalmente, nell’intimo di una carriera artistica. Che significato assume?
Questo EP per me assume un significato importante e soprattutto grazie a questo progetto ho creato un ponte nella musica, ridimensionando i contesti e ridimensionando me stessa. Si chiama RadioMarghe, contiene 4 singoli usciti in FM tra cui Piove, Travel Crazy, Amaro e Rosa. La musica ci cambia profondamente e quindi sicuramente con il nuovo disco sentirete una cosa ancora diversa dall’EP.. sempre Marghe ma alla grande!!

Certamente un disco simile sembra il non volersi staccare dal passato o il voler subito dire al pubblico chi altro stiamo diventando…
Certamente… non voglio staccarmi dal passato.. io sono quello che ho vissuto e spero un giorno che tutti si ricordino della mia enorme passione e della mia voglia di fare questo mestiere. Il futuro trasforma il passato e lo vizia di cambiamenti. Ho incontrato tante persone, ho conosciuto la vera identità della musica e sinceramente non ha fatto altro che migliorare la mia vita. Io voglio comunicare il fatto che mi piaccia quello che faccio e speriamo che anche il pubblico lo apprezzi un giorno! Ogni volta incontro persone che mi stimano, altrettante volte alcune persone mi attaccano ma alla fine preferisco continuare a volare leggera e andare avanti per la mia strada !!! Grazie a tutte le persone che credono in me… questo mi sprona e mi fa continuare!

Ma se ti dicessi che trovo molto americano questo nuovo sound di Margherita Zanin? Cosa mi rispondi? Anzi forse ora che ci penso ti vedo più Berlino che Los Angeles…
Chissà!!! …
Sicuramente nel corso degli anni ho ascoltato tanta musica e ne ascolterò ancora altrettanta fortunatamente!!! … mi piace il soul, mi piacciono le dimensioni metropolitane, underground.. mi piacciono le band americane, artisti Blugrass/ Blues come Bill Monroe… Buddy Guy! …. anzi… riesco a starci dentro alla grande quando si tratta di sperimentare e contaminare gli ascolti. Se penso a BERLINO vedo l’industrial, l’elettronica, il metal, il soul, il folk, la DnB! Che figata.. partirei e girerei il mondo come ha fatto Joss Stone nel suo tour mondiale. Era passata dal GHANA alla NORVEGIA in un attimo e tutti gli artisti con cui collaborava vivevano da buskers nelle city o come contadini di qualche villaggio! Wow!!!!! Questo dovrebbe insegnarci che la musica è nata senza barriere sociali… pregavano cantando, pregavano suonando, disegnavano con le terre la roccia, creando opere d’arte senza manco accorgersene. Questo è il vero potere della musica!

Eppure siamo tutti figli di questo santo pop italiano. Come fai pace con questo concetto (se ha senso discuterci su)?
Perché dovrei fare pace con il pop se non etichetto la mia musica? Sono contenta di poter essere tutto ciò che voglio.. è importante sentirsi liberi nell’espressione artistica quando puoi essere davvero e finalmente te stesso, hai vinto. Mi piace talmente tanto la musica che non potrei mai farne a meno.. è come la brioche nel cappuccino al mattino!!! POP dream POP quello sì che è un bel sogno…. 😛

Parliamo di questo nuovo disco in arrivo, ti va?
Il nuovo disco in arrivo si chiamerà “DISTANZA IN STANZA” e sarà un viaggio attraverso 12 stanze; davanti alla porta di ogni non luogo ci sarà un cameo di pochi secondi recitato da alcuni dei miei idoli musicali italiani.. APPINO, MAURO ERMANNO GIOVANARDI, CRISTIANO GODANO, DAVIDE TOFFOLO, RICCARDO SINIGALLIA, MORGAN e molti altri.
In questo disco racconterò l’amore capito e vissuto da altre prospettive. A volte ci rinchiudiamo in alcune stanze per sentirci meglio perché la solitudine la viviamo come stessa faccia della malinconia.. pensiamo che sia il nostro unico must ma la vita non è solo questo. La felicità esiste ed in questo lavoro sono contenute tantissime emozioni… per me sarà comunque un grande successo!
Vi aspetto sui social, scrivetemi, collegatevi!
Il disco conterrà queste canzoni: AMARO, ROSA, INVISIBILI, LA STANZA DEL MONDO, FIORI DI CARTA, CASCA IL SOGNO, OVVIETÀ, PSICOFERMO, UN AMICO CHE VA VIA, NON MI DIVERTO SE PENSO TROPPO… a chiudere, IL CIELO IN UNA STANZA (Canzone del 1960 scritta dal grandissimo Gino Paoli, ligure come me!!).
Ci sarà il package fisico con il libretto che sarà ancora un altro mondo dentro al progetto con le foto di STEFANO NICO e ALMA VASSALLO; la copertina verrà realizzata da ANDY FLUON.
Stiamo preparando il LIVE, vi aspettiamo alla data zero come da tradizione!
Ciao 100 Decibel, grazie per la chiacchierata!
Peace & Love

Comments

comments