YO LA TENGO

30 ottobre 2015 –  Bologna – Teatro Antoniano
ingresso 20 euro+d.p
Prevendite disponibili
www.ticketone.it call center 892 101

31 ottobre 2015 –  Roma – Auditorium Parco della Musica, Sala Petrassi
ingresso 20 euro+d.p
www.auditorium.com
www.listicket.it – call center 892982

ASCOLTA: “Automatic Doom” (Special Pillow cover):
https://www.youtube.com/watch?v=WTQ-zGl4pRw

ASCOLTA: “Deeper Into Movies” (re-recorded track from I Can Hear The Heart Beating As One):
https://www.youtube.com/watch?v=T-3NhI6VOuo

Freschi di celebrazione del loro trentesimo anniversario come una delle band più amate e influenti dell’indie rock, Yo La Tengo annunciano l’uscita di Stuff Like That There via Matador Records e YO LA TENGO – NUOVO ALBUM E DUE DATE AD OTTOBRE!arrivano in Italia per due date!


Il trio composto da sempre da Ira Kaplan, Georgia Hubley James McNew torna adesso come un quartetto dopo il ricongiungimento con il membro originale Dave Schramm alla chitarra elettrica in occasione delle date per celebrare i 25 anni dell’album Fakebook. Questa formazione che vede Ira alla chitarra acustica, Georgia in prima fila con una batteria ridotta all’essenziale, James al basso e Dave alla chitarra elettrica non si riuniva da 30 anni e non è escluso che ce ne vorranno altrettanti per rivederli insieme
!

 Il nuovo lavoro contiene versioni ri-registrate di brani del passato di YLT così come cover dei Cure, Hank Williams, the Parliaments, Sun Ra, the Lovin’ Spoonful, Darlene McCrea, e altri.
Stuff Like That There  è una sorta di sequel di Fakebook, il loro bellissimo lavoro del 1990 che conteneva cover e ri-regiostrazioni di brani contenuti in album precedenti.

Scovare tesori nascosti nella cantina dell’indie è il passatempo preferito di Yo La Tengo. Dal rock al pop degli anni 60 passando per il country, il folk, il grunge, il punk per finire al soul. Sono gli Yo La Tengo, alfieri e innovatori del rock che da oltre 30 anni esplorano tutte le possibili direzioni musicali riuscendo sempre a rimanere se stessi, incarnando perfettamente l’emblema dell’alternative rock americano.

Comments

comments