Ore 18:30, si apre lo scenario sul palco del Teatro Tor Bella Monaca: gli applausi del pubblico che riempie il teatro presentano alla vista tutte le componenti di un’orchestra molto particolare, nata nel 2009 da un progetto dei Têtes de Bois in collaborazione con Acustimantico e finanziato dalla Provincia di Roma, un’orchestra di sole donne che occupano per intero il palco del teatro, presentate dal maestro Stefano Scatozza che le presenta e poi le dirigerà: flauti, clarinetti, sax, tromba, violini, violoncelli, piano, batteria, percussioni, tutte emozionate e pronte ad affrontare e ad accompagnare il pubblico lungo un cammino affascinante e suggestivo, un viaggio “musicale parallelo” percorrendo a zig-zag i paesi attraversati dal 41° parallelo.
All’interno del suggestivo Teatro, dallo scorso aprile gestito da sette associazioni sotto la direzione artistica di Alessandro Benvenuti, il gruppo di musiciste piene di passione per la musa d’eccellenza con le melodie e con i loro strumenti, mettono in scena un incontro di culture e di saperi, sapori e profumi di paesi vicini e lontani; un vasto repertorio che porta lo spettatore metaforicamente a viaggiare attraverso luoghi anche esotici, rappresentati da brani che ne delineano le rispettive tradizione culturali: dalla Bulgaria alla Grecia, da una ninna-nanna albanese, a echi Rom che si percepiscono in un canto della tradizione popolare Turca, da un canto indiano con voce e viola, ad un brano appartenente alla tradizione del fado portoghese. E poi un passaggio negli Stati Uniti d’America, in particolare nel Nebraska (Let Me Know di Laura D’Ippolito), con una sorta di “Meltin’ Pot”, di mescolanza armonica di culture apparentemente diverse (jazz – funky – cubana), e con un omaggio tutto particolare a George Gershwin. Il viaggio lentamente procede verso la fine con un passaggio nel nostro paese, un omaggio alla canzone popolare Romana (Sinnò Me Moro) interpretato dalla brava Agnese Valle, e con un inno alla luna appartenente alla tradizione armena. In chiusura un omaggio agli Acustimantico, con una delle loro canzoni più celebri, Musica Immaginaria, che si erano esibiti sullo stesso palco il 9 maggio.

Le suggestive melodie hanno avuto il merito di rendere l’atmosfera veramente coinvolgente, un viaggio musicale accompagnato nelle singole tappe dalle sapienti introduzioni del maestro Stefano Scatozza, che attraverso aneddoti e racconti hanno portato lo spettatore per mano a respirare i profumi, i ritmi, le atmosfere dei paesi coinvolti.

Ultimata la registrazione del primo album dell’Orchestra, prossimamente in uscita. I componenti dell’Orchestra sono:

Raffaella Barbetti, flauto; Agnese Valle, voce e clarinetto;

Marta Lanciano, clarinetto;
Yvonne Fisher, clarinetto basso;
Tomoe Yamamoto, sax contralto;
Valentina Franchini, sax tenore;
Elena Bianchi, tromba e flicorno;
Alice Noris, trombone;
Cristina Romagni e Eliana Quattrocchi, violino; 

Arianna Bloise, viola;
Camilla Dell’Agnola, voce e viola; Cristina Patrizi, contrabbasso; Laura D’Ippolito, pianoforte; Cecilia Sanchietti, batteria;
Mara Rinaldi, percussioni .

Direttore : Stefano Scatozza

Abbiamo ascoltato:

DANZA DEI VASAI – (Bulgaria, arr. C.Majnero) SUITE GRECA – ( Grecia, arr. S.Scatozza) ALBANIAN LULLABY – (Albania, arr. S.Scatozza) KARSILAMA – (Turchia, arr. L.D’Ippolito) CANTO INDIANO

MEU FADO MEU (Portogallo, arr. S.Scatozza) SINNO’ ME MORO (Italia, arr. S.Scatozza) LET ME KNOW (di L.d’Ippolito)
NY (America, S.Scatozza)

VIAGGIO ORIZZONTALE (di A.Valle, S.Scatozza) LOOSIN YELAV (Armenia, arr. S.Scatozza) Rachenitza ( Bulgaria, arr.S.Scatozza)
MUSICA IMMAGINARIA ( di D.Selvaggi, S.Scatozza )

Ringraziamo il Teatro Tor Bella Monaca per la disponibilità e per l’accoglienza.

Per saperne di più:
Orchestra delle Donne del 41° Parallelo:
Sito Web: http://www.orchestra41parallelo.altervista.org/

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Orchestra-delle-donne-del-41-Parallelo/159869957399283? fref=ts

Teatro Tor Bella Monaca: http://www.casadeiteatri.roma.it/teatro-tor-bella-monaca/

 

Comments

comments