Una chitarra per due: dieci anni di Luca Barbarossa e Neri MarcorèAll’Auditorium Parco della Musica di Roma va in scena Una chitarra per due: dieci anni di amicizia, musica e progetti con Luca Barbarossa e Neri Marcorè.
Sono infatti dieci gli anni passati dal primo spettacolo insieme, Attendi a quei due (2009, ndr), esordio musicale, teatrale e comico dei due artisti, seguito dall’omonimo album live e dvd.

Nell’anno della “carta bianca”, rassegna nella quale Barbarossa avrà per tutto il 2019 carta bianca, appunto, per organizzare spettacoli ed eventi, la Sala Sinopoli dell’Auditorium accende i suoi riflettori sui due amici di vecchia data.

Una chitarra per due: dieci anni di Luca Barbarossa e Neri Marcorè

Si parte dalle radici, dagli esordi di Neri Marcorè alla Corrida con conseguente imitazione del mitico Corrado, all’intramontabile Alberto Angela e dell’iconica imitazione di Edoardo Bennato.
Tempo di un siparietto per l’origine francese del Genio Da Vinci e per le “rosicate” di Ligabue per l’imitazione di Marcorè, che le risate si fanno sempre più forti per il trittico GasparriCasiniDi Pietro. E poi ancora Branduardi con l’elaborazione del brano sanremese Pecunia, Al Bano e Romina. e le note romane di La dieta e Passame er sale di Barbarossa.

Definirlo spettacolo sarebbe riduttivo, è più una chiacchierata intima e senza inibizioni tra amici, nel salotto di una casa con una chitarra sotto mano. Un racconto di musica e parole, di suoni e colori e di mille sfaccettature.
Ci sono le passioni musicali di Neri, De Andrè e Gaber su tutti, le risate di Luca e le sue note, ci sono gli spettacoli a teatro e le tournée, le gag storiche dell’irriverente Neri e le risate dell’amico, i viaggi a Londra e i conseguenti stornelli ironici.
C’è un incredibile e insospettabile mattatore, Barbarossa, e un formidabile cantante, Marcorè. Uno spettacolo inossidabile come l’amicizia tra i due e ci sono gli scroscianti applausi tra le risate del pubblico. Insomma, c’è tutto quello che serve per un successo di una serata della Carta Bianca di Luca Barbarossa.

Luca Barbarossa e Neri Marcorè hanno suonato e cantato:
Too much heaven
Quello che non ho
Nonna Papera
Monna Lisa
Un marchigiano a Londra
A che ora è la fine del mondo?
Immunità
Motorcicle Mama
Le Elezioni
C’era un ragazzo della Via Gluck
Soldi/Pecunia
La dieta
La società dei magnaccioni
Passame er sale
Barbera e Champagne

Comments

comments