Globalizzazione Pop? Forse siamo decisamente d’accordo con Alberto Bazzoli e Gianni D’Amato che sfornano un bellissimo 45 giri in uno studio che si prepara a lasciare un segno in questa nuova era digitale, visto che cavalca quasi esclusivamente quel certo modo antico e analogico di pensare e di produrre musica: L’Amor Mio Non Muore di Forlì. Per Interstellar Production esce questo Ep analogico dal titolo “SuperPop” che oltre ai due singoli inediti “Love me” e “Monaco” ci sono due corone di gusto e in qualche modo inaspettato: un omaggio a Beethoven con “Inno alla gioia” e una chiusa orchestrata di dolcissime soluzioni dal titolo ambiguo “A.B.”. E pensando al “rock” spiritualmente detto? Ne parleremo sicuramente a seguire… ma ora di sicuro vi dico che siamo fuori da tutti i cliché moderni, di sicuro facciamo un salto nella pop-fusion, nel funk, nella dance degli anni ’70 (e zone limitrofe). Di sicuro i riferimenti sono altri che questo banale omologarsi al main stream di oggi.

Un barocco tinto di rigori classici e per niente moderni. Si torna all’antico per conoscere il pop moderno?
Si torna sempre da mamma. La nostra “Cultura” di provenienza è sicuramente quella degli anni ‘60-‘70. Abbiamo lavorato partendo da canoni storicizzati tentando di creare qualcosa di fuori dal tempo. Soprattutto nella scelta dei testi, con la loro semplicità, a volte banale, ci siamo resi conto di quale fosse la strada da percorre per togliersi dal solco della inutile caricatura del passato, pur mantenendone chiari i riferimenti. Possiamo chiamarlo una sorta di “Neoclassicismo Pop”.

Cos’è per voi davvero “super”?
Mario, il Mercato, la Benzina, gli Alcolici …. xD
A parte questo gioco di parole, lo abbiamo utilizzato per indicare un concetto di “Pop” oltre/diverso al senso stretto, una sorta di “Pop” 2.0 . Credo che l’accesso alla nostra musica sia facile e per tutti come deve essere un tipo di “arte” che utilizza questo termine per definirsi. Questo non significa che non abbia più piani di lettura, per chi vuole sono li. Pensiamo si possa fare musica di contenuti e fruibile allo stesso tempo.

E, visto il taglio del nostro magazine, cos’è davvero “rock” per voi? Per quanto ci riguarda, anche “SuperPop” è un disco di rock…
Sì, c’è del “rock”. Chiamiamo il nostro genere “SuperPop” proprio perché attinge da tutti gli elementi “Pop” della musica. Tra questi ovviamente anche il “rock”.

E parlando di pop, secondo voi cosa significa davvero questa parola e cosa rappresenta dentro la musica di oggi?
“Pop” è tutto ciò che è “Iconico”. La Mela di Magritte, il David di Michelangelo, i capelli dei Beatles, solo autocitandoci.

Che poi in realtà dentro le vostre righe c’è tanto di fusion, di Berry White, di musica classica… tutto tranne di “Pop”… o sbaglio?
Il Pop non va inteso come genere musicale codificato con tutti i suoi stilemi. Come abbiamo detto prima per noi il “Pop” è tutto ciò che è “Iconico”, quindi anche la Disco Music, la Musica Classica, il Rock ecc
Globalizzazione Pop!!!

Comments

comments