Incontrare la musica di Francisco Sanchez Gomez, in arte Paco De Lucia, uno dei più grandi chitarristi di flamenco spagnoli, a qualunque età è una scoperta straordinaria. E’ stato strano, infatti, vedere un pubblico poco numeroso per un artista di tale portata.
Strabiliante musicista e geniale innovatore della tecnica chitarristica, De Lucia si è esibito giovedì 4 luglio alla Cavea dell’Auditorium insieme alla band composta da sette eccezionali musicisti (Antonio Sanchez Palomo chitarra, Niño Josele chitarra, Antonio Serrano tastiere armonium, Alain Perez basso, Israel Suarez Escobar El Piranha percussioni, Antonio Flores Cortes Rubio voce e David de Jacoba voce) che lo accompagnano in questo tour intitolato Immortalidad de un concierto.
Paco De Lucia é l’icona della moderna chitarra spagnola, straordinario virtuoso della chitarra flamenco; con una profonda conoscenza ed un grande rispetto delle tradizioni quello che stupisce sempre sono le contaminazioni fra generi che rappresentano la vera e propria chimica dei suoi pezzi: il maestro ha infatti combinato la propria arte con il jazz, con i ritmi brasiliani e con la musica classica spagnola.
La serata è stata davvero un sogno: per due ore esatte ci si trova catapultati in un altro posto, in un altro tempo; due momenti di intensa emozione sono stati segnati dalla performance di danza del ballerino Antonio Fernandez Montoya che ha lasciato la platea senza parole per il suo incredibile senso del ritmo, la sua forza la sua eleganza e sensualità.
Come bis Paco de Lucia e El grupo ci hanno regalato una meravigliosa versione di Entre dos aguas dal ritmo gitano romantico e frenetico. Il pubblico presente non ha esitato ad alzarsi in piedi più di una volta per ringraziare calorosamente per la bellissima serata.

Ringraziamo Auditorium Parco del Musica per averci accolto.

http://www.auditorium.com/
http://www.auditorium.com/lugliosuonabene/
http://www.pacodelucia.org/

Comments

comments