Degno erede di Frank Zappa, il musicista americano (ma di origini italianissime) calca finalmente il grande palcoscenico che si erge a fianco del laghetto di Villa Ada, in occasione della rassegna musicale Roma incontra il Mondo. Nella splendida cornice del parco all’imbrunire e con la numerosa Evolution Tempo Orchestra al seguito, inizia puntualissimo il suo concerto romano, accolto con grande fermento ed emozione dal folto pubblico presente.

I suoni dell’orchestra sono magistrali, incantevoli, le sinfonie creano un’atmosfera magica, ma lui, il grande Steve Vai, brilla come una stella fiammante sul palcoscenico. La sua musica non ha bisogno di testi, di parole; sono le singole note a parlare, a evocare immagini e suggestioni, grazie al virtuosismo che lo contraddistingue ogni volta che tocca le corde di ognuna dellesue versatili     chitarre.

Hard Rock e composizioni classiche si fondono armoniosamente nell’ultimo progetto musicale di Steve Vai, Sound Theories Vol. I & II, presentato durante le due ore abbondanti di concerto, ma c’è ampio spazio anche per i suoi brani di repertorio più famosi, come For The Love of God, Velorum, Whispering a Prayer, The Attitude Song, Racing the World, The Murder e la suite Fire Garden, rivisitati in chiave strumentale, grazie alla presenza dei cinquanta elementi  dell’orchestra sinfonica nazionale della televisione di stato della Romania Tvr1, diretti dal Maestro George Natsis.

Il concerto è stato mandato in diretta da Radio Rai 2, media partner del tour italiano 2013 di Steve Vai.

Ringraziamo gli organizzatori di Roma Incontra il Mondo per averci cordialmente ospitati.

www.villaada.org

http://www.vai.com/

Comments

comments