SANREMO GIOVANI
DIEGO CONTI
PUBBLICA IL SUO PRIMO EP
“EVOLUZIONE”
IN USCITA IL 18 DICEMBRE NEI DIGITAL STORE


(FIRMATO RUSTY RECORDS/RICHVEEL & EDIZIONI RUSTY RECORDS/THAURUS PUBLISHING)

DISPONIBILE IN PRE-ORDER E IN PRE-SAVE
L’EP CONTIENE “3 GRADI”, BRANO FINALISTA A SANREMO GIOVANI 2019

Martedì 18 dicembre uscirà “EVOLUZIONE” (progetto firmato Rusty Records/Richveel ed edizioni Rusty Records/Thaurus Publishing), l’EP d’esordio di Diego Conti, giovane cantautore selezionato tra i 24 finalisti di Sanremo Giovani 2019.
Le sei tracce di questo primo progetto discografico – prodotte da Mark Twayne -, seguono il file rouge del
“cross-pop”, neologismo che Diego ha coniato assieme al produttore per definire la sua musica: “Si tratta di un melting-pop artistico, un crogiolo di esperienze umane e artistiche che, in sala di registrazione, prendono vita attraverso immagini sonore che escono in maniera quasi estemporanea tra me e Mark; è un brainstorming continuo, alla ricerca del suono giusto, della parola giusta, dell’emozione giusta”.
“EVOLUZIONE” è il frutto di momenti visti, immaginati e vissuti da Diego, gli stessi che hanno trovato un porto sicuro nella musica; il cantautore affronta nei suoi brani tematiche differenti, seppur affini nella delicatezza della comunicazione, che risulta diretta, semplice ed efficace: “Non voglio prendere una posizione politica, non voglio fare il predicatore o il venditore di sentimentalismi da discount: dico la mia, osservando la vita che mi gira intorno”.

L’EP contiene sei tracce, tutte scritte da Diego ad eccezione di “Buon Natale”, composta assieme all’attore, musicista Luca Mauceri, che racconta il forte senso di vuoto nella notte di Natale, osservando quel posto che prima era occupato da chi adesso non c’è più. Disponibile in free downloading, la canzone è un vero e proprio regalo di Diego a tutti coloro che lo vorranno scaricare gratuitamente qui.

Oltre a “3 Gradi” e “Buon Natale”, le altre canzoni sono: “Mal di testa”, “Evoluzione 3.0”, “L’Inferno” e
“Clandestino”.

“3 Gradi” – che Diego presenterà la prossima settimana nelle due serate di “Sanremo Giovani” – è la
percezione di un momento infinito e passionale vissuto da due giovani amanti. “Mal di testa”, “Evoluzione 3.0” e “L’Inferno”, che parlano degli status symbol della nostra società, della deriva umana e, come ricorda Diego, “del mio desiderio di andare lontano, di trovare i miei passi su questo pianeta che non voglio solo calpestare”.

“Clandestino” viene presentata come una profonda riflessione sull’umanità che è realmente tutta clandestina su questo pianeta. Siamo, volenti o nolenti, continuamente in viaggio e viviamo in una società che evolve attraverso l’incontro tra culture differenti, commistioni di idee e usanze.

Comments

comments