Era affidata a Ron la giornata conclusiva dell’UFF15. Il cantautore (presentatosi, a sorpresa, con la sua formazione mentre era atteso in “solo”) si è esibito in una performance di grandi eleganza e sensibilità musicali, eseguendo magistralmente molti dei successi che ne hanno costellato la carriera (quali, solo per citarne alcuni, Una città per cantare, Il gigante e la bambina, Non abbiam bisogno di parole, Vorrei incontrarti tra cent’anni). Nel corso del concerto, durante il quale l’artista ha anche lungamente dialogato col pubblico, non poteva certamente mancare un omaggio a Lucio Dalla, che è stato ricordato (oltre che attraverso alcuni aneddoti) con una toccante esecuzione in solo di Cara, che ha ipnotizzato il pubblico in religioso silenzio.

La serata si è chiusa (così come si era aperta) con la formazione toscana dei Leggera Electric Folk Band.

 

Comments

comments