17 dicembre 2013: “Il mio modo di affrontare la vita è di tornare nel mio umanesimo, sperando che un po’ di umanesimo torni nel mondo “, con queste parole il cantautore lombardo sale sul palco della sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, ad inaugurare la tappa romana del suo tour che lo porta in giro per i teatri italiani dal 7 novembre scorso, per promuovere il suo album “Io Non Appartengo Più” uscito l’8 ottobre 2013 (Universal), a distanza di sei anni da “Di Rabbia e Di Stelle”, ultimo album interamente di inediti. Un concerto molto semplice e rigoroso, con al centro le liriche e la musica, , melodie e poesia, per raccontare “la presa d’atto che l’essere umano più di tanto non riesce a fare, non riesce a dare: talvolta stringe la mano degli altri perché nel buio non capisce niente, o si rivolge al cielo, talvolta si convince che deve farcela da solo”. Sul palco dell’Auditorium, ad accompagnarlo nel suo viaggio musicale, Lucio Fabbri (pianoforte/violino/chitarra), Massimo Germini (chitarra), Marco Mangelli (basso), Roberto Gualdi (batteria) e il trio d’archi composto da Costanza Costantino (violino), Riviera Lazzeri (violoncello) e Chiara Scoppellitti (viola).

 

Abbiamo ascoltato:

PRIMO TEMPO:

L’ultimo Spettacolo

Dentro gli occhi

Ninni

Mi porterò

Le mie ragazze

Il cielo capovolto

Vincent

Due madri

Sogna ragazzo sogna

Io non appartengo più

 

SECONDO TEMPO:

Ho conosciuto il dolore

Le mie donne

Il miracolo segreto

Sei nel mio cuore

Le lettere d’amore

Wislawa

Così si va

Velasquez

Chiamami ancora amore

BIS:

Le rose blu

Luci a San Siro

Samarcanda

 

Ringraziamo l’Auditorium Parco della Musica di Roma per l’accoglienza e la disponibilità.

 

Per saperne di più:

Sito Web: http://www.vecchioni.org/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/robertovecchioni

YouTube: http://www.youtube.com/rvecchioni

Twitter: https://twitter.com/RVecchioni

Auditorium Parco della Musica: http://www.auditorium.com/

 

Comments

comments