Alessia Dessì

Roma, 23 luglio

Richard Dorfmeister & Rupert Huber, in arte Tosca, salgono sul palco di Eutropia l’Altra Città, con carica ed energia tale da far alzare la maggior parte del pubblico dalle sedie, accompagnandolo sotto palco.

Da subito i visual minimali ma essenziali, creati dall’ Ars Electronica Future Lab, la famosa organizzazione di tecno-arte, fondata nel 1979 a Linz, in Austria, si sposano perfettamente alle sonorità elettroniche che inaugurano il live del duo austriaco.

Alcuni pezzi dell’ultimo album, Odeon, vengono svelati al pubblico romano, che si lascia travolgere dalla stravaganza di Earl Zinger e in seguito dall’eleganza di Cath Coffey.

Di certo una buona scoperta per coloro che non li conoscevano e una sicurezza per i fan.

Comments

comments