È il 13 Maggio 1994: esce in tutti i negozi di dischi e musicassette (ebbene si, all’epoca ancora esistevano) Catartica. Fautori dell’album sono i Marlene Kuntz (Cristiano Godano, voce e chitarra; Riccardo Tesio, chitarra; Luca Bergia, batteria; Luca Saporiti, basso), giovane band cuneese che si presta a rivoluzionare il mondo del rock italiano. A quattro anni dalla loro formazione e con un cambio di line up, vedendo il subentro di Cristiano ad Alex Astegiano (ma che continua tutt’ora a seguire la band nei suoi progetti e durante i tour) i Marlene Kuntz iniziano ad uscire dall’anonimato e conquistano via via sempre più il consenso del pubblico.

Passano gli anni, la band matura, il pubblico cresce e si giunge al 27 Agosto 2013: esce Nella Tua Luce, il nono album che segna il ritorno della band a tre anni di distanza dall’uscita di Ricoveri Virtuali e Sexy Solitudini. Al termini del Nella Tua Luce Tour, la band fa un annuncio: a vent’anni dall’uscita di Catartica riporteranno sul palco le tracce che hanno fatto di quell’album l’emblema del gruppo. In contemporanea viene pubblicato Pansonica (non troppo velato è il riferimento a Sonica, forse il brano più noto della band e contenuto proprio in Catartica): un EP contenente sette brani tutti inediti (tranne Donna L di cui vi era già in precedenza una versione live) e anticipato dalla rotazione radiofonica di Sotto La Luna a partire dal 22 Agosto.

Ed è così che inizia un 2014 all’insegna della celebrazione di quel cd che oggi compie vent’anni. Il concerto-evento si sarebbe dovuto tenere al Circolo degli Artisti, ma a causa del gran numero di richieste, la location è stata spostata all’Atlantico Live, molto più capiente. E in parterre gremito di nostalgici inizia un percorso memorativo, che va da Mala Mela (con cui inizia il concerto) a Canzone di Domani, per poi ricordarci Fuoco su di Te, Trasudamerica, Ruggine e Sonica.

Ventuno tracce per vent’anni di un percorso che ha fatto davvero la rivoluzione del rock italiano. Lo scorso anno, durante la presentazione a Stazione Birra dell’album Nella Tua Luce, abbiamo avuto l’occasione di intervistare Cristiano (qui l’intervista completa):

Se una persona iniziasse oggi ad ascoltarvi, come vi presentereste? Chi sono i Marlene Kuntz?
Beh, un gruppo rock che è arrivato al suo nono disco, quindi tanta roba! È da tanto che stiamo in pista. Diciamo che cercherei di capire che tipo di persona è: se non ha niente a che fare col rock in genere…

Gli diresti di cambiare?

No, no! Quello no, figurati. Io sarei felice che tutto il mondo conoscesse i Marlene Kuntz, però alle mie condizioni: ascoltaci, no? Non è che io faccio qualcosa per compiacere. Spero che piaccia, quello si. Se mi rendo conto che quella persona non ha dimestichezza col rock, gli direi di avere molta pazienza: se riesce ad accordarci quattro ascolti anziché uno, se al primo è inorridito al quarto magari inizia ad arrivargli qualcosa; se invece è una persona che ascolta rock, beh, in Italia non può non sapere che c’è un gruppo che si chiama Marlene Kuntz, perché sennò ascolta chissà quale tipo di rock, annacquato probabilmente. Allora in quel caso lì, chiederei lo stesso pazienza però voglio scommettere su due ascolti anziché quattro o cinque. Dopo due dovrebbe già arrivargli qualcosa”.

E in questa strepitosa serata celebrativa in tanti eravamo all’Atlantico per confermare che sì, in Italia c’è un gruppo che si chiamano Marlene Kuntz e che, anche se sono passati vent’anni, la loro musica suona forte, ieri come oggi!

Ecco la scaletta (che può subire modifiche lungo il tour):

Mala Mela
1° 2° 3°
Fuoco Su Di Te
Giù Giù Giù
Gioia (Che Mi Do)
Canzone di Domani
Donna L
Oblio
Parti
Lieve
Transudamerica
Sig. Niente
Capello Lungo
Merry X-Mas
Non Ti Scordo Più
M.K.

Ruggine
Sotto La Luna
Festa Mesta
Sonica
Nuotando Nell’Aria

Comments

comments