Stamattina abbiamo diffuso la news sui nostri canali: Jocelyn Pulsar lascia la scena musicale. E per farlo pubblicherà a scadenza settimanale, le sue ultime quattro tracce che adranno a comporre Frutta Fresca Nel BackStage (qui tutte le info)

Ma cosa lo ha portato a questa decisione? Sarà un addio? Lo abbiamo chiesto direttamente a lui!

Spiazza la tua decisione di lasciare la scena musicale dopo ben 12 anni di attività. Come mai questa decisione?
Non lascio necessariamente la scena musicale: chiudo Jocelyn Pulsar come progetto, perché penso che dopo 12 anni abbia dato quello che poteva. Inoltre mi piace l’ idea di potermi eventualmente rimettere in gioco, è uno stimolo.

Sulla tua pagina fb trapela un po’ di rancore verso il mondo musicale. È solo una sensazione?
Ho avuto alcune esperienze non positive, in generale non parlerei di rancore ma è indubbio che oggi la scena indipendente non è più quella che piaceva a me.

12 anni di attività musicale. Com’è cambiato lo scenario della musica indipendente in questi anni?
Tanto, ma in un certo senso si è tornati al punto di partenza: quando ho iniziato parlare di “musica indipendente” era strano, in pochi ti capivano e sapevano che cosa fosse. Oggi è di nuovo così.

Ti ha deluso la musica?
No, la musica non mi ha deluso, anzi: ci ho conquistato la mia ragazza con la musica.

Hai scelto di fornire gratuitamente i tuoi ultimi quattro brani, omaggiando così quattro blogger tuoi sostenitori. Cosa ti ha spinto a fare questa scelta “non-commerciale”?
Volevo finalmente uscire dalle logiche legate alla richiesta di esclusiva ai siti musicali che da sempre accompagna l’uscita di un disco: ho pensato che mi interessava molto di più far contento qualche mio ascoltatore e coinvolgerlo in prima persona.

Insieme ai tuoi blogger sostenitori, darai visibilità anche a quattro artisti grafici. Un inno alla creatività?
Certo, ma anche un modo di coinvolgere altri 4 miei ascoltatori.

In Arkanoid parli di questa nuova generazione dedita sempre più al virtuale che al reale. Nella musica più che in altri campi, il mondo virtuale è un amico o un nemico?
Mi sa che è un nemico.

“A volte per farsi notare bisogna sparire, per rendersi più interessanti bisogna scomparire”. Ciò è valido anche nel tuo caso?
Eh  eh eh, può essere: sinceramente non mi aspettavo una reazione del genere all annuncio dello scioglimento di Jocelyn Pulsar, mi ha scritto davvero tantissima gente, anche lettere lunghissime: in alcuni casi ho avuto davvero l’ impressione di avere avuto un ruolo nella vita di qualcuno con la mia musica, e se è stato davvero così, allora non ho buttato 12 anni.

“I dettagli sono importanti”: cosa farai adesso? Perché questo è solo un arrivederci, vero?
Si, è solo un arrivederci: stasera faccio le prove.

C’è qualcosa che vuoi dire a chi ti ha supportato in tutti questi anni?
Si: siete pochi ma non farei a cambio con altri.

E allora noi aspetteremo con ansia il ritorno di Francesco Pizzinelli.

Comments

comments