Pino Scotto

Pino Scotto al Metal Festival

Pino Scotto é l’atteso headliner del 29 giugno per l’edizione 2013 di Metal Fest@Rock City in Via di Porta San Sebastiano, 2.
In apertura le tre note bands locali Wake Up CallThe GuestzThe CFA, ovvero rock più rock più rock declinato in personali interpretazioni con il comune denominatore dell’energia e dell’entusiasmo, scaldano il pubblico che comincia ad affluire in attesa dello storico rocker di Procida.
La manifestazione ad ingresso libero (tessera 10€) offre un grande palco, acustica all’altezza, ampi spazi attrezzati e servizio ristoro che promette, e mantiene, una piacevole serata all’aperto di musica dal vivo.

Preceduto dalla sua band e da una roboante presentazione in inglese, Mr. Pino Scotto fa il suo ingresso sul palco al grido “Ciao Roma!” Chiome lunghissime, occhiali scuri, total black ed immancabile bottiglia di distillato che mostra al pubblico mentre beve a canna già dal primo pezzo, Scotto é sempre più personaggio che mai. Annuncia Signora del vodoo, dedicata (si fa per dire) a tutte le “professioniste del sesso” che accogliamo da altri paesi in aggiunta a quelle nostrane. Tutti i pezzi di Scotto, alcuni in italiano, sono ispirati alle proteste sociali che il rocker campano non manca mai di commentare tra un brano e l’altro nei suoi celebri monologhi conditi dal tipico turpiloquio. Grande carica, muri tosti del trio power che accompagna l’ex cantante dei Vanadium, e ritmi hard rock che radunano presto il pubblico sotto palco. Non manca davvero nulla allo show. Codici KO a seguire, poi un brano registrato all’epoca con i Vanadium. “Figlio di Maria, e non “quella maria”, dimmi se ci sei” grida la protesta di Scotto, che ci racconta il suo nuovo CD, e del pezzo scritto con i Modena City Ramblers, o dei concerti con Caparezza, per raccogliere fondi e costruire un ospedale in SudAmerica.

Arriva Meno male che adesso non c’è, scritta con Edoardo Bennato, ed il ritmo sale ancora. Angus, per gli Ac/Dc, e qualcuno non resiste e poga sotto il palco. Il grido disperato di mille band e si avvicina la chiusura. Generoso, presente, personaggio, Pino Scotto é sempre all’altezza del suo stesso mito.

Ringraziamenti a Duncan Eventi per la gentile collaborazione.

Per saperne di più:

Comments

comments