Bungaro

La Casa del Jazz di Roma accoglie tra le sue mura un ospite d’eccezione: Bungaro con Maredentro Live.
Venticinque anni di carriera, otto dischi all’attivo per Bungaro, al secolo Antonio Calò, e un primo progetto live per ripercorrere tutto questo tempo dedicato alla musica.

Maredentro è esattamente quello che il titolo vuole far pensare, un racconto di un brindisino d’origine musicista per passione, di una vita dedicata all’amore per la musica, davanti a quel mare che l’ha accompagnato da sempre nei suoi brani e nella sua vita.

Bungaro

Maredentro è un progetto di quindici tracce nato lo scorso inverno con la registrazione all’Auditorium Parco della Musica di Roma e successivamente pubblicato lo scorso 19 Maggio per l’etichetta Esordisco.
È un disco di quindici brani, scritti per altri grandissimi interpreti della musica italiana, che finalmente tornano come onde verso la loro spiaggia.
Proprio tra quelle onde di quel mare, che Bungaro porta in scena, si alternano grandi pezzi come Guardastelle, Io non ho paura (Fiorella Mannoia), Il mare Immenso (Giusy Ferreri), Agisce (Patrizia Laquidara), Il deserto (Fiorella Mannoia), A me non devi dire mai (Chiara Civello), Nottambula (Pino Romanelli), Perfetti sconosciuti (Fiorella Mannoia).

E se non bastassero gli incredibili testi scritti c’è stato spazio per omaggi musicali come La donna riccia di Domenico Modugno, la napoletana Passione di Libero Bovio, la versione italiana di Once in a life time (Apri le braccia) di David Byrne dei Talking Heads e la trasposizione in brindisino de L’ombelico del mondo di Jovanotti diventata per l’occasione Lu viddiccu di lu mundu.

Ad accompagnare la voce e la chitarra di Bungaro Armand Priftuli alla viola e violino, Antonio De Luise al contrabbasso, Marco Pacassoni al vibrafono, percussioni e batteria e Antonio Fresa al piano.

 

Bungaro, Armand Priftuli, Antonio de Luise, Marco Pacassoni, Antonio Fresa hanno suonato e cantato:
Tra sette anni
Il deserto
Agisce
Apri le braccia
Il mare immenso
Il prato
Nottambula
Passione
Se rinasco
Io non ho paura
A me non devi dire mai
Guardastelle
Lu vuddicu di lu mundu
Perfetti sconosciuti
La donna riccia

Comments

comments