Ritorniamo ospiti del PostePay Rock In Roma per una serata “pop rock”.
Ospiti di una serata “intima” al white stage nella serata del 21 Giugno, un open act tutto italiano per un cantautore danese dal forte carisma: Lukas Graham.
Prima però di assistere alla sua esibizione, sale sul palco una timida quanto grintosa Joan Thiele: italiana di nascita, internazionale dal lato dei genitori, ci presenta il suo primo disco di prossima uscita, accompagnata dalla sua band, gli Etna. Elegante e gentile, concede se stessa totalmente al pubblico che si inizia ad accalcare alle transenne, non sottraendosi neanche ai fan che al termine dell’esibizione le chiedono selfie ed autografi.
Rimaniamo in territorio nostrano con Giò Sada, vincitore dell’edizione 2015 di X-Factor, che per l’occasione si presenta sul palco con i componenti del suo ex gruppo, i BSS (Barismoothsquad). L’atmosfera si riscalda ed è solo il preludio ad una serata indimenticabile.
Il cambio palco richiede qualche minuto di troppo, ma finalmente Lukas Graham, spalleggiato da Mark Falgren alla batteria, Magnum Larsson al basso e Kasper Daugaard alla tastiera, accompagnati anche da sax, tromba e trombone, salgono sul palco. Si sa (o almeno, si dovrebbe sapere) che gli show sono sempre imprevedibile; infatti quando Lukas and Co. prendono le loro postazioni la sgradita sorpresa annunciataci dallo stesso Lukas: non funziona nulla! Nessuna crisi isterica, nessuno sputo in faccia al pubblico, nessuna parolaccia rivolta agli organizzatori. Tutto si è svolto con molta calma e tranquillità: una bottiglia di birra in mano, una foto col pubblico, una chiacchierata con la prima fila e poi… suono fu! Lo spettacolo ha inizio e l’atmosfera diventa intima ed empatica. Siamo tentati anche noi di rivolgere lo sguardo al cielo durante 7 Years, brano dedicato al defunto padre e che li ha consacrati al grande pubblico. In fondo questo singolo ha soltanto cinto tre dischi di platino.
Il pot-pourri musicale, così come Lukas definisce il suo stile, pare proprio che piace e sinceramente a noi fa piacere avere a che fare finalmente con un genere nuovo e innovativo, senza ripetersi in cose già sentite.
Un nuovo appuntamento italiano attende Lukas e la sua band per il 2017 al Teatro della Concordia di Venaria Reale (TO); ma noi speriamo in un’altra  capatina romana. Ti aspettiamo Lukas.

LE FOTO SONO DEL CONCERTO DEL 20 GIUNGO A MILANO

Comments

comments