Per il concerto di Levante, tappa del tour Dall’alba al tramonto – Live, Suoni Controvento ha lasciato le grandiose e impervie bellezze dei prati d’alta quota per spostarsi in un luogo, meno naturalisticamente disarmante, ma altrettanto affascinante: il parco archeologico di Carsulae, tra le suggestive rovine di epoca romana.
La cantautrice ha dato vita un concerto toccante, reso magico dal luogo e multisensoriale da un dolce sole di un pomeriggio di fine estate e dal denso profumo di mentuccia diffuso dal prato da poco tagliato. L’incanto del contesto ha sedotto anche l’artista che, dopo aver confessato che avrebbe voluto anche lei essere seduta sul prato a godersi la magia del momento, è scesa dal palco a cantare in mezzo al suo pubblico.
Durante il concerto Levante ha proposto numerosi brani (che riportiamo nella scaletta) , attinti spaziando nell’ambito del proprio intero repertorio.

Scaletta:
Gesù Cristo sono io
Rancore
Regno animale
Io ti maledico
Ciao per sempre
Saturno
Se non ti vedo non esisti
Memo
Duri come me
Questa è l’ultima volta che ti dimentico
Il giorno prima del giorno dell’inizio non ha mai avuto fine
Abbi cura di te
Sirene
Reali
1996 la stagione del rumore
Bravi tutti voi
Di tua bontà
Antonio
Lo stretto necessario
Magmamemoria
Non me ne frega niente
Vertigine

l concerto di Levante ha fatto parte degli eventi della quinta edizione di Suoni Controvento, festival promosso dall’Associazione Umbra della Canzone e Musica d’Autore, ed è stato realizzato in collaborazione con il Comune di Terni e la Direzione Generale Musei dell’Umbria.

Comments

comments