2 agosto 2014: chiusura in grande stile della rassegna Luglio Suona Bene 2014, che ha portato nel corso dell’estate romana grandi concerti tutti acclamati dal pubblico. Sul palco in questa serata conclusiva sono protagonisti i suoni avvolgenti de La Notte del Caffè, un viaggio musicale alla scoperta delle culture del Mediterraneo, con tre progetti musicali diversi che hanno trasformato il palco della cavea in una piazza simbolica del Mediterraneo, tre progetti che si incontrano in una notte di musica che come per magia incanta ed assorbe sin dalle prime note tutto il pubblico accorso a riempire la cavea: Nando Citarella e i Tamburi del Vesuvio, Stefano Saletti e la Piccola Banda Ikona, Pejman Tadayon e la Sufi Ensemble. Un unico programma nel quale i 25 musicisti dei tre ensemble collaborano, interagiscono, suonano insieme in una più ampia idea di condivisione e partecipazione comune, un’idea ispirata all’antico Cafè Loti, un caffè sulle rive del Bosforo a Istanbul, che nel corso dei secoli è diventato il simbolo dell’incontro tra le genti, il luogo dove si compie il rito del caffè come momento di socializzazione, dove i viaggiatori si incontrano, discutono e suonano ispirandosi allo spirito di condivisione e scambio che da sempre anima la metropoli turca.

Proprio questa atmosfera accogliente, di amicizia e di fratellanza si diffonde nella cavea dell’auditorium e coinvolge il pubblico, che risponde con lunghi applausi alle piacevoli melodie, alcune più rilassanti altre molto ritmate, che i vari artisti regalano loro, con intramezzi di caffè vero e proprio con tanto di caffettiera portata in mostra dal maestro Nando Citarella ai musicisti sul palco.  La particolarità del concerto è anche rappresentato dai singoli contributi musicali che ogni gruppo ha mostrato: Nando Citarella e i Tamburi del Vesuvio ricreano le atmosfere delle feste popolari del sud Italia, tra tammurriate, tarantelle e i suoni del nord Africa;  Stefano Saletti e la Piccola Banda Ikona propongono inni e canti in ebraico, serbo-croato, arabo, greco antico, fino al sabir, la lingua franca che marinai, pirati e pescatori parlavano nei porti del Mediterraneo, musiche che uniscono mondi diversi; Sufi ensemble, progetto artistico diretto da Pejman Tadayon, unisce la musica tradizionale della Persia con la danza dei dervisci rotanti Mevlevi e la poesia dei grandi mistici sufi. Nel corso del concerto, tra i gruppi e gli artisti che si alternano sul palco, viene presentato in prima assoluta anche il nuovo progetto nato dalla fusione delle singole esperienze: il Cafè Loti Trio (Citarella, Saletti, Tadayon) che in questa occasione si arricchisce della presenza delle voci di Gabriella Aiello e Barbara Eramo. Una serata che si conclude con tutti gli artisti insieme sul palco, comprese le danzatrici che hanno accompagnato le melodie nel corso del concerto: un momento di altissime emozioni che ha coinvolto tutto il pubblico alzatosi in piedi ad applaudire, come in un incantesimo la magica atmosfera che le note e le melodie dal palco producevano riportavano la mente indietro nel tempo, come un ponte tra passato e presente, tra occidente ed oriente.

 

Ringraziamo l’Auditorium Parco della Musica di Roma per l’accoglienza e la disponibilità.

Hanno suonato:

Tamburi del Vesuvio:

Nando Citarella (voce, tamburo, marranzano)

Gabriella Aiello (voce solista, castagnette, tammorra)

Paolo Petrilli (fisarmonica)

Valerio Perla (percussioni, batà, voce)

Claudio Monteleoni (chitarra)

Alessandro Patti (basso e contrabbasso)

accompagnati per l’occasione da Maurizio Trippitelli alle percussioni.

Danzatrici: Natalie Leclerc, Anna Cirigliano, Cristina Nove, Simona Lelli.

 

Piccola Banda Ikona:

Barbara Eramo (voce)

Leo Cesari (batteria e darbouka)

Martina Bertini (basso + lap top)

Carlo Cossu (violino)

Gabriele Coen (fiati)

 

Sufi Ensemble:

Martina Pelosi (canto, harmonium)

Simone Pulvano (percussioni)

Massimiliano Barbaliscia (tastiera, santur)

Alessio Artoni (bansouri, flauto)

Paolo Di Mardo (basso)

Fabiano Giovannelli (batteria elettrica)

 

Abbiamo ascoltato:

Amarilli

Haft

Brigante do sabir

Hija mia mi querida

El ejercito del ebro

Piazza Tahrir

Marea cu sarea

Reveille toi

San Michele

Palommella

L’avvocata

Degarbarè

Bemirit

Sansama

Reng do cefalo

Cuncti simus concanentes

Paian e tarara

Pizzica nanninella

 

Per saperne di più:

Nando Citarella:

Sito Web: http://www.nandocitarella.it/

Piccola Banda Ikona:

Sito Web: http://www.piccolabandaikona.it/

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Piccola-Banda-Ikona/217511206859

Pejman Tadayon:

Sito Web: http://www.pejmantadayon.com/

Facebook: https://www.facebook.com/pejman.tadayon

Comments

comments