Si è aperta con La Notte del Blues l’edizione 2019 del Pistoia Blues, un’edizione importante perché festeggia i 40 anni del festival. Si è trattato di una lunga serata, peraltro a ingresso libero, come lunga è stata la lista delle formazioni che si sono succedute sul palco a cominciare, non cronologicamente, dagli headliner della serata, i Black Stone Cherry che, col loro energico rock made in USA, hanno fatto scatenare il numeroso pubblico presente. A lasciare il palco ai BSC era stata la bravissima chitarrista e cantante Ana Popovic, serba all’anagrafe ma blueswoman al 100%, che ha messo in mostra tutta la notevole tecnica chitarristica di cui è dotata facendo cantare la sua stratocaster per la gioia delle orecchie degli appassionati. Prima ancora era stata la volta di diverse formazioni di casa nostra, a partire da Filippo Margheri, che ha ospitato sul palco Federico “Ghigo” Renzulli, la storica chitarra dei Litfiba, i lombardi LambStonE, la travolgente Gianna Chillà con la sua graffiante voce blues, senza dimenticare, su un altro palco, Eric Bibb & Steffan Astner, né le future generazioni, rappresentate dai Kids del Blues Clinic coi loro tutor.

Black Stone Cherry

Ana Popovic

Filippo Margheri feat. Ghigo Renzulli

Gianna Chillà

LambStonE

 

 

 

 

Comments

comments