ACRIKS

ACRIKS

Compositore di colonne sonore, polistrumentista, dj e produttore romano. Insomma, non si fa’ mancare nulla. Nemmeno un singolo: Take All Of Me, in rotazione dal 1° Ottobre in collaborazione con Kay Alis e Sarah Siks. Tutto questo è Alberto Bassani, in arte ACRIKS.

Ciao ACRICKS e ben venuto tra i pixel di 100Decibel.

ACRIKS: perché la scelta di questo nome d’arte?
Niente di mistico.. cercavo un nome che potesse rappresentare al meglio il marchio delle mie composizioni, sicuramente cercavo un nome mai sentito prima e che fosse unico sulla rete.

Quando e secondo te perché, è nata questa passione per la musica?
La passione è innata, c’è sempre stata ed è cresciuta con me sin da piccolo.

Solitamente, un musicista intraprende la carriera con un solo strumento e con gli anni ne perfeziona la conoscenza. Tu invece sei un polistrumentista e suoni strumenti anche diversi tra loro. È per senso d’insoddisfazione verso un singolo strumento o per istinto di completezza?
Credo la curiosità sia una componente fondamentale per un musicista e approcciarsi anche ad altri strumenti, così come a tanta musica diversa sia indispensabile per avere una maggiore completezza, certo c’è lo strumento che suono meglio di altri, così come c’è la musica che preferisco rispetto ad altre, però interpretare diversi strumenti è la cosa che mi stimola di più, in fondo l’uno ispira l’altro.

Quale resta comunque lo strumento da te preferito? E perché?
La chitarra l’ho sempre suonata molto più della batteria o del basso, è lo strumento più completo tra quelli più vicini alle mie sonorità.

Hai “musicato” alcune tra le serie tv più amate dagli italiani, tra cui I Cesaroni. Come ha avuto inizio la tua come compositore di colonne sonore?
Devo tutto alla produzione dei Cesaroni, ho iniziato con loro nove anni fa scrivendo piccole cose e col tempo mi sono fatto conoscere in giro, oggi lavoro con diverse produzioni con le quali scrivo tanta musica che viene trasmessa in tv così come in radio.

Dal 1° Ottobre è in rotazione radiofonica il tuo primo singolo: Take All Of Me. Com’è nato?
Da qualche anno sto facendo dei Dj Live set in giro per l’Italia, diciamo che ho conosciuto alcune persone che mi hanno stimolato a produrre qualcosa di mio in questo ambito, avevo voglia di suonare cose originali durante i Dj set e allora è nata l’idea di approcciarmi a questo “nuovo” mondo: ho acceso l’interruttore del mio studio ed ho tirato fuori Take All Of Me.

Alla sua realizzazione hanno preso parte anche Kay Alis e Sarah Siks. Com’è nata questa collaborazione? Perché hai “scelto” proprio loro?
Loro sono tra le persone che ti dicevo, ho conosciuto Kay allo Stardust di Terni e Sarah al Caffe Latino di Roma durante dei miei set live, da allora siamo rimasti in contatto. Ultimata la stesura del singolo ho pensato che le loro voci sarebbero state perfette, e così è stato.

Compositore di colonne sonore, dj e adesso hai dato avvio a questo nuovo progetto. In quale dimensione ti rispecchi di più?
Beh in questo progetto non faccio altro che comporre musica cosi come già faccio per le colonne sonore: cambiano i suoni, cambia l’approccio ma la matrice è la stessa. La mia dimensione in tutti i casi è quella live: suono dal vivo prima di tutto.

Take All Of Me è un punto di arrivo o un punto di partenza?
Ci sono arrivato dopo questi ultimi anni passati ad approcciarmi alla musica Elettronica oltre che Rock, ma è soltanto l’inizio di un nuovo progetto molto stimolante per me.

Progetti futuri? Prossime esibizioni/presentazioni?
Sto facendo molte serate Dj Live Set dove oltre all’elettronica si aggiungono chitarre, theremin, percussioni e voci dal vivo, suono tutti i sabati fino all’ una di notte a Radio Londra, poi capita di spostarmi in altri club del giro romano.

ACRIKS, noi ti ringraziamo per il tempo che ci hai dedicato e ti lasciamo l’ultima parola per i nostri lettori.

Quanti di voi vanno abitualmente ad ascoltare musica dal vivo nei club delle vostre città? – ACRIKS –

Comments

comments