Per la quarta giornata di questa edizione di Umbria Jazz (20)22 il programma offriva due artisti giovani o giovanissimi, ma dal talento cristallino e dalla carriera già di tutto rispetto.
Il primo è il britannico Jamie Cullum, che si è confermato perfettamente in grado di ricoprire vari ruoli, da quello di crooner a quello di irresistibile trascinatore in grado di far saltare tutti dalle sedie e andare a scatenarsi sotto palco. Il secondo, seppur giovanissimo, col suo blues energico e colorato, perfettamente in linea con la migliore tradizione del genere, è già stato accostato a mostri sacri della musica d’oltreoceano, come B.B. King, Jimi Hendrix e Prince.

Jamie Cullum

Christone “Kingfish” Ingram

Comments

comments