L’ambiente è quello della Milano da bere ma la frenesia della giornata lavorativa ormai è già dimenticata. Il caldo giugno milanese ci mette un tramonto mozzafiato, i barman della Terrazza Aperol ci mettono i loro proverbiali spritz ma è James Kakande che aggiunge l’elemento che rende magica la serata, la sua musica.
Qualcuno è arrivato spinto dalla curiosità di vedere il ragazzo inglese che oltre un decennio addietro fu l’artefice di quel grande successo “You You You” scelto come sigla del Festivalbar e che, come ovvia conseguenza, per molti è rimasta la colonna sonora dell’estate 2006. Be’ per questi, e anche per gli altri, la piacevole sorpresa è stata quella di trovare un uomo e musicista maturo capace di scaldare gli animi e coinvolgere il pubblico vecchio e nuovo.
Durante lo showcase James ha eseguito nuovi pezzi come “Three Chords and a Poem” e “Electro Magnetic Love Thing” ma non ha fatto mancare il suo vecchio tormentone presentato in una veste più soul apprezzata in modo molto evidente dal pubblico.

Comments

comments