Far uscire un disco è un po’ come una nascita, è la data X che celebra mesi, a volte anni, di gestazione e molto probabilmente anche di doglie. E’ il momento in cui si può finalmente condividere con il mondo ciò che fino ad ora solo l’artista e i suoi stretti collaboratori conoscevano nell’intimo, e chi ama la musica può capire bene se parliamo di “dono”.

Il 24 Febbraio è uscito in Italia Written in scars, il nuovo disco di Jack Savoretti, e noi siamo andati ad assistere a questo lieto evento presso la Fox Gallery di Roma! Inutile dire che Jack ha come sempre tenuto banco fra le chiacchiere, gli aneddoti e la sua impeccabile esibizione. Abbiamo fatto anche un piccolo test per l’occasione: abbiamo portato un’amica che ne ignorava totalmente l’esistenza. Forse sarà solo un caso se subito dopo ha comprato il suo cd e il giorno successivo era già in cerca del biglietto del suo prossimo concerto. Nell’ipotesi che ciò non fosse una pura coincidenza, verrebbe da dire che avevamo ragione: Jack Savoretti è bravo davvero, ma non di quella bravura oggettiva che serve ma non basta, è bravo perché la sua musica conquista e lo fa con la forza della semplicità.

Jack conosce quella formuletta magica (e probabilmente senza esserne troppo consapevole) che tanti artisti molto più quotati non sanno, e come per il pifferaio magico sono doti che… tu l’as ou tu l’as pas.

Provare per credere! Ascoltate il suo nuovo lavoro e, per chi volesse una seconda occasione, di seguito ci sono i dettagli del suo prossimo tour italiano ad Aprile!

 

Comments

comments