Report a cura di Patrizia Rossano

Ed è all’Audiodrome di Moncalieri – (Torino) che i Modena City Ramblers continuano a festeggiare i loro 20 anni di carriera nell’ambito del Collisioni Festival.

Il tour “Venti” è il live partito a marzo da Montichiari (BS) e che si concluderà ad Arco (TN) il prossimo settembre.

La serata si preannuncia promettente e caratterizzata dall’evoluzione musicale della band in questi vent’anni di carriera. Un bel traguardo per una band famosissima anche se, come dicono loro di se stessi, sempre un po’ “fuori campo” , lontana dai media, dai network, dai grandi riflettori e fieramente indipendente!

E così da spettatori sulla balconata del loro gruppo spalla LOSCOMOBILE (con tanto di telefonini per fotografare), a protagonisti del palcoscenico.

Accolti dagli applausi scroscianti del pubblico, sulle note di una musica folk che li contraddistingue, i Modena iniziano il loro spettacolo con la canzone che da titolo al loro ultimo album: “Niente di nuovo sul fronte occidentale” e dopo un secondo pezzo ecco che lo spettacolo si fa più vivo.

Il frontman Davide “Dudu” invita il suo pubblico a festeggiare con loro i vent’ anni di musica…:”Ciao Torino!….benvenuti a festeggiare con noi..(…) e se festa deve essere, che festa sia come si deve…siete pronti a saltellare?” e le note girano su Viva la Vida con un pubblico in visibilio….Si salta e si balla a turno dentro un cerchio fatto da persone che hanno la voglia di divertirsi e festeggiare con i Modena.

Lo spettacolo va avanti tra canzoni nuove e canzoni legate al loro esordio, queste ultime suonate in acustica proprio come allora.

Ogni canzone viene introdotta dalle parole della band e non appena la folla capisce quale sarà la canzone che sta per essere cantata, ecco applausi e fischi di approvazione.

La band fa proprio spettacolo. Tra di loro giocano, si ammiccano e cercano di coinvolgere il più possibile le persone che sono loro di fronte. Invitano a battere le mani a saltare e a cantare alcuni pezzi al posto loro.

Per ricordare due momenti di particolare intro ad un paio di canzoni….è stato intonato un ritmo con il battito delle mani che fa da sottofondo a queste parole: “battiamo le mani per salutare tutte quelle persone che ogni giorno combattono la mafia con le proprie mani: i magistrati, le scorte, le donne e gli uomini di libera….” ed ecco le note di Cento Passi….e poi ancora, “Oltre il Ponte “ in ricordo a tutte le persone che sono morte per la libertà.

Per la fine del concerto invitano sul palco il leader dei LOSCOMOBILE e insieme a lui cantano la loro Bella Ciao e chiudono il concerto con ancora due brani e inchino al pubblico, strette di mano e autografi a chi è stato sotto il palco!

La scaletta:

Niente di nuovo sul fronte occidentale
I giorni della crisi
Viva la vida
Occupy world street
El presidente
La legge giusta
Cent’anni di solitudine
Mia dolce rivoluzionaria
I 100 passi
Figli dell’officina
Una perfecta excusa
Al dievel
Notturno camden lock
Un giorno di pioggia
Remedios la bella
Ebano
Grande famiglia
Quarant’anni
Etnica danza
Sciop e picoun
Oltre il ponte
Clan banlieu
Transamerika
Contessa
Bella ciao
La strada
La piò grosa

Ringraziamo i Modena City Ramblers, Audiodrome e l’organizzazione per averci permesso di assistere all’evento.

Comments

comments