La grande attesa è finita, finalmente la prima delle due date veronesi del Vivere a Colori Tour di Alessandra Amoroso è andata in scena ieri, in una freddissima serata di fine Aprile.
Un’Arena gremita di persone (entrambe le date sono sold-out) ha accolto la cantante, che si è presentata sul palco bella e scintillante come una stella, fasciata da una trasparenza elegante e raffinata. Visibilmente emozionata, durante tutto il concerto non si è mai concessa una sbavatura nella voce, apparendo invece molto serena, matura e professionale.
Dopo aver più volte dichiarato di volersi mettere in gioco durante queste due importanti date, sul palco Alessandra appare decisamente a suo agio; canta, balla, si diverte e si rivolge spesso alla sua Big Family con gesti e parole carichi di amore e gratitudine. “Grazie per essere vicini a me anche quando la vita non è proprio a colori” dice.
La scenografia, semplice ma di impatto, si anima durante i brani con il corpo di ballo coreografati da Veronica Peparini, insegnante nella scuola di Amici di Maria De Filippi, e Alessandra, sempre al centro delle coreografie dinamiche e sensuali, dimostra grande preparazione e voglia di dare al suo pubblico quel qualcosa in più per rendere lo show ancora più unico e speciale.
La seconda parte del concerto è un crescendo di ritmo e allegria e la grande festa dell’Arena entra nel vivo. È la volta di “Vivere a Colori” e mentre la cantante salentina si scatena sul palco con i suoi ballerini, sull’anfiteatro scaligero piovono palloni colorati mentre tutti i presenti si scrollano il freddo di dosso per iniziare a saltare e cantare sempre di più a pieni polmoni.
Il bis con “Fuori dal coro” e “Comunque Andare” porta i festeggiamenti alla conclusione ma l’emozione di Alessandra rimane con lei sul palco anche dopo il finale, quando può finalmente godersi la sua Arena cantare in coro per lei sulle note di “Fidati ancora di me”, in una dimostrazione unica di amore puro.
Alessandra Amoroso ritroverà la sua Big Family anche questa sera per l’ultima data del Tour e siamo sicuri che la festa, il divertimento e l’emozione saranno (se possibile) ancora più grandi.

Comments

comments