Bellissimo il Rock’n’roll Club Torvajanica, tutto rosso e nero, a ridosso della spiaggia. Aperto da poche settimane, il tempio locale del rock and roll, come ben promette il nome, é pieno di memorabilia ed ostenta colonne decorate da articoli e foto da giornali famosi attorno allo spettacolare bar. Eravamo tutti ansiosi di verificare la zona live, al piano di sotto, ed è attrezzata all’altezza della situazione. Ha già ospitato vari live durante aprile, ma stasera è la grande sera, perché qui vedremo, ed ascolteremo soprattutto, la grande all female band inglese Girlschool che festeggia 35 anni di metal.

Physical Noise

Ma non anticipiamo i fuochi d’artificio che aspettiamo, perché ad aprire ci sono tre ottime bands locali che vedono l’attacco con Physical Noise alle 21.20.

Li avevamo ascoltati ed apprezzati a gennaio di quest’anno, e la giovane band di metal con Luca FizzarottiAnthony Meloni chitarrista ritmico, Valerio Mondelli alla batteria, Erica Berton al basso e Andrea Colle alla chitarra ha nel frattempo terminato l’incisone del nuovo album, ha pubblicato il video del singolo, e si appresta a partire per un mini tour in Est Europa. Anche con tutto questo all’attivo, la band ha trovato modo di crescere e migliorarsi nella coesione, nella tecnica, nella ritmica, e di regalare stasera alla sala piena un concerto davvero memorabile. Ci piacciono, si vede?

 

De Lorean! La nota band romana di hard rock che vede Federica Garenna come frontgirl in voce e Marco Capasso alla chitarra/cori, Alex Giuliani alle bacchette più il basso nelle mani di Roberto Biaggioni stasera é scatenata. Atmosfere pulitamente di genere con il tocco glam che completa ed esalta i brani originali in inglese dalla spiccata componente melodicamente grintosa. Veloci fuoriclasse come il prototipo di cui portano il nome prestigioso e cornice ideale per la splendida voce di Federica.

 

La Menade
E ora… La Menade! All girls band conosciutissima sulla scena romana e non solo, la grinta é di scena con le ragazze del metallo pesante. Partenza a razzo con i tipici testi in italiano sofferti e ribelli per le voci di Tatiana e compagne. Precise, competenti, grande tenuta di scena, ‘sporche’ quel tanto che basta ad esaltare la bravura, come l’eccezione che conferma la regola, anche stasera danno il meglio per la sala rossonera come le carte da poker del RnR Torvajanica. Maschere, il nuovo pezzo de La Menade che é parte dell’album in lavorazione! Lo avevamo già apprezzato dal vivo e stasera ha un impatto nuovo, qui, più energico e ricco di profondi bassi che esaltano i giri acidi di tastiere ed il vocal graffiante. Nero Caos e Desideri Di Una Notte Senza Stelle chiudono il live per La Menade.

 

Tempo di GIRLSCHOOL!! Le headliners entrano a mezzanotte al suono delle ‘loro’ sirene, accolte dalle acclamazioni della sala stipata con una selva di horns up che accompagnano la mitica Demolition! Ci auguriamo che il nostro fotografo riesca a cogliere le immagini perché la vostra reporter non vede assolutamente nulla. L’energia però arriva come un’onda sonica che ci spazza e scuote. Kim McAuliffe, voce e ritmica! Denise Dufort, batteria! Jackie Chambers, chitarra solista e cori! Enid Williams, voce solista e basso! Le celebri girls inglesi arrivano da Londra e da una carriera lunga 35 anni che festeggiano qui con noi stasera assieme al compleanno di Enid. Qualcuno grida: “nude’, e nude saranno, offrendo artisticamente tutte se stesse e la loro inarrestabile carica. Fantastica sessione ritmica crepitante, cori ed energiche melodie nel più assoluto stile NWOBHM di cui sono le uniche portabandiera al femminile. Ogni tanto la testa biondissima di Jackie emerge da sopra la folla. Non manca nulla: birra, pogo, amplificatori scossi nella calca, urla e sostanziose rullate, assoli distorti, incitamenti e bestemmie dal pubblico quando viene annunciato il pezzo che le vide con Ronnie James Dio I Spy.

È il momento di Never Say Never, poi la band ci chiede di fare un sacco di rumore, ed attacca Screaming Blue Murder. Si va avanti per un’ora intera fino al tripudio finale, fino a quando, dopo un’ultima distorsione, le Girlschool escono tra i cordoni della sicurezza tra le acclamazioni, e si concedono poi al meet&greet con il loro pubblico, alle due del mattino ed oltre, forti dei loro sorrisi, dei giubbotti di cuoio e di una mezza bottiglia di distillato nelle mani di Jackie, che, come spesso sento dire agli inglesi, è ‘one for the road’! Icone all’altezza della loro trentennale fama, lo abbiamo verificato di persona con le urla e con il sudore di una vera serata rock, e con queste ragazze non resta che dire: Lunga vita al metal!

Ringraziamo le band, il Rock’n’roll Torvajanica per la cordialissima accoglienza, e come sempre Stirred Zone per l’organizzazione.

Comments

comments