È alle pendici del Monte Pellgrino che ritroviamo una band rivelazione dell’indie pop italiano. Li ritroviamo quasi come figli dei fiori, immersi nel contesto e coerenti con il silenzio che la grande montagna siciliana restituisce. Sono i FANCIES che realizzano in video questa lunga session live acustica, dove anche l’elettronica trova posto, dove tutto viene misurato con pochissimo sfarzo e tantissimo gusto. Sono stati estratti e pubblicati 3 brani che possiamo trovare sia su YouTube che al seguente link di SPOTIFY – ASCOLTA QUI.
Dalla rete peschiamo e vi facciamo vedere “La tua ombra”… ci aspettavamo molto più rumore e successo, forse con il singolo estivo “Al di la dell’Africa” si era di fronte ad una pesante risposta al fenomeno The Giornalisti. E chissà che non si ancora così.

Su un articolo di recente ho letto: il pop che incontra la grazia della natura. Trovo che calzi a pennello… voi?
Lo crediamo anche noi! Ritrovarci in mezzo alla natura non è stato casuale, lo abbiamo voluto. Volevamo trasmettere qualcosa di nuovo rispetto ai nostri lavori precedenti e il risultato ci entusiasma molto, speriamo di esserci riusciti.

Mi colpiscono i vostri abiti di scena. Tutti uguali eccetto per qualche particolare… ma insomma: figli dei fiori? Oppure hanno un altro significato?
Abbiamo sempre dato attenzione ai dettagli e ai nostri abiti. Siamo in 5 e non è facile creare armonia pur distinguendoci. Nel video di “Al di là dell’Africa” abbiamo scelto di utilizzare i colori pastello che richiamavano le nostre sonorità sognanti abbinandoli alle maschere. Per Tropicale, un brano molto ironico, abbiamo usato un look estivo e spensierato come la canzone. Per questa LIVE SESSION volevamo qualcosa di più: quasi decolorarci, usando questo grigio chiarissimo e uniforme, affinché la natura facesse da protagonista. Gli abiti utilizzati sono stati disegnati e cuciti su misura per ognuno di noi. Sono il risultato di una collaborazione attiva con Indigo e il negozio Marlon Vintage Store di Palermo.

Perché una trilogia? Perché solo questi tre brani?
Perché sono tre anime diverse, ma siamo sempre noi. Chi è venuto a sentirci in uno dei nostri concerti sa che nel nostro live c’è molto di più. Abbiamo scelto di regalare al nostro pubblico e a chi ancora non ci ha visto dal vivo, una versione live e quasi acustica dei brani, per essere più autentici. La live session che contiene tutti e 3 brani è già disponibile all’ascolto su Spotify oltre che su Youtube.

E col senno di poi, brani come “Al di la dell’Africa” sono meglio riusciti in questa versione o in quella che conosciamo tutti?
Le diverse versioni rappresentano un solo cuore che vive più mondi, quindi sensazioni e vibrazioni diverse ma complementari. Per noi non esiste dunque una versione “meglio riuscita“ ma lasciamo ai nostri fan la scelta.

Ed ecco una domanda pungente. Pensate che in questa comunicazione di massa che cerca di omologare suoni e personalità, realizzare un suono come questo che ci arriva oggi sia una liberazione espressiva? Cioè in altre parole: quanto siete stati condizionati nella prima stesura, diciamo quella discografica ufficiale?
I Fancies della versione discografica giocavano con i suoni e con tutto il potenziale disponibile dentro lo studio di registrazione, i Fancies della versione live e intimista tentano di fuggire ad una troppo facile definizione di genere musicale. Se riusciamo ad essere sempre noi, in entrambi i casi, allora lo riteniamo una vittoria. Ci prendiamo la libertà di cambiare e sperimentare.

E in ultimo una domanda assai semplice e ricorsiva: perché avete scelto proprio questa location?
È stato un modo per riconnetterci ancora di più alla natura della nostra musica, delle nostre relazioni e dei nostri strumenti. Volevamo qualcosa di più naturale possibile e il verde come le luci del mattino erano, e sono, lo specchio della sincerità de La Tua Ombra.

Comments

comments