In collaborazione con Edison – Change the Music – Insitut Francais Italia, il

Festival di Musica Francese in Italia anche quest’anno “invade” il 21 giugno la bellissima Piazza Farnese con un grande palco tutto sostenuto dall’energia fotovoltaica raccolta durante il giorno dal sole. Proprio sotto le finestre dell’Ambasciata Francese si esibiscono grandi artisti francesi ed italiani in un gemellaggio ideale che va avanti con successo da più edizioni.
Stasera l’ironia dei notissimi romani Kutso, la grazia popolare degli artisti di strada francesi La Rue Ketanou, (Mourad Musset, Olivier Leite e Florent Vintrigner), e la popolarità dissacrante di Simone Cristicchi intrattengono con intelligenza e bravura il pubblico che riempie la piazza.
Camici bianchi tipo butcher’s shot dei Beatles e maschere Bin Laden per l’ingresso ad effetto del cantautore Cristicchi che colpisce con i suoi testi ironici, popolari, anche ricchi di sentimento, nel caso del pezzo dedicato a Laura Antonelli. Ë cosi che Il “clown” Cristicchi autoironico e dissacratorio omaggia a modo suo l’attrice sfortunata e prende in giro bonariamente, giá che c’è, anche Biagio Antonacci. Il pop come messaggio easy che raggiunge e comunica sentimenti ed ironia é padrone stasera su questo palco e chiude in bellezza una serata senz’altro diversa e fuori dagli schemi.

Comments

comments