Due chiacchiere con i DOGMA non possono che farci del bene, quantomeno soddisfano la nostra sempre viva curiosità. Con questo primo disco dal titolo “Sospesi” siamo di fronte ad un pop italiano di vecchia scuola, intonacato con mestiere con tinte pesanti di rock duro, epico a tratti, velatamente progressivo in altri. Sarà per la finitura di certe scale di sint piuttosto che per quell’incalzante giro armonico che suona nella traccia di apertura “Natura perversa” oppure quel sound che galleggia a ricordarci suite interminabili di Deep Purple come in “Forse no”. Insomma un disco che non fa certamente impazzire di originalità ma che comunque incornicia e da voce alla tradizione pop italiana che non è solo quella relegata ai grandi show televisivi. Come a dire che anche nel panorama indie esistono i seguaci del pop.

Pop rock da stadio. Alto volume e miscele radiofoniche. Un progetto ben misurato direi per l’obiettivo, non è vero?
Pop /rock da stadio, cero questo è il nostro sogno. Da qui prendiamo la forza e la determinazione per raggiungere la nostra meta. Vogliamo il “ grande pubblico”.

Un disco poliedrico, da mille facce artistiche. Qual è la vera faccia dei DOGMA?
La vera faccia dei Dogma è quella che ascolRegalare emozioni e condividere energia positiva con chi ci ascolta.tate. Nelle nostre canzoni siamo liberi da maschere, siamo noi.

Il nuovo video “La Luna si è persa”. Qual è il suo vero significato?
La ricerca della passione e del desiderio.

Secondo voi esiste una formula che sia unica per far funzionare la musica?
Più che una formula dovrebbe esistere un sistema. Facciamo il tifo per la musica inedita e per chi permette di suonarla nei propri esercizi e nelle piazze.

In questo magma di trasgressione indipendente, il vostro pop rock chi e che cosa vuole sfidare?
La musica di oggi da dove arriva? Quali sono le canzoni che restano nel tempo? Noi non vogliamo sfidare nessuno ma vogliamo imporci con la nostra musica e con il nostro modo di trasgredire.

In questi giorni in onda il video del secondo singolo estratto…“La luna si è persa”…e ci sembra quasi che il mood da cultura POP invada anche quel certo gusto con cui confezionare i videoclip. Il nostro mestiere è fare della cronaca…a voi l’ardua sentenza.

Comments

comments