29 luglio 2014: il racconto di una serata che sarà memorabile inizia intorno alle nove e mezza, seduto ad un tavolo nel cuore verde di Villa Ada, circondato dal laghetto, a bere una birra in attesa di assistere ed immortalare il concerto. Il cielo è sereno, si vedono le stelle, refoli di vento muovono gli alberi sopra di me. Il palco inizia a popolarsi, la gente inizia ad affollarsi davanti alle transenne. Diodato accompagnato dalla sua band sale sul palco visibilmente emozionato: finalmente, dopo tante traversie, riesce a suonare davanti al suo pubblico romano. Era il 26 aprile 2013 quando usciva il suo primo disco, “E Forse Sono Pazzo“, etichetta Le Narcisse di Daniele Tortora e distribuito da Goodfellas, presentato la sera stessa dal vivo all’Angelo Mai Altrove Occupato: un disco che ha riscontrato da subito il successo del pubblico.

Lo stesso pubblico che lo acclama ad ogni canzone che presenta dal palco, pieno di affetto e di emozioni, con l’adrenalina che aumenta ad ogni nota che si diffonde nell’aria; oltre alle sue canzoni non mancano alcune cover, che rendono ancor più suggestiva l’atmosfera: “Amore che vieni, amore che vai” di Fabrizio De André e “Piove” di Domenico Modugno. Nel frattempo sono saliti sul palco gli ospiti della serata, gli Gnu Quartet, una band poliedrica (flauto, viola, violino e violoncello) che ha caratterizzato con il proprio suono in bilico tra classica, jazz e rock tante collaborazioni musicali italiane negli ultimi anni, accompagnati in questa eccezionale serata da Rodrigo D’Erasmo, violinista degli Afterhours, e da Angelo Maria Santisi al violoncello; e poi Roy Paci con il quartetto di fiati Velvet Brass.

Ecco, il tempo, l’avevo lasciato volutamente in disparte: nel momento in cui Roy Paci con la sua tromba diffonde le prime melodie, dal cielo, d’improvviso coperto di nubi, iniziano a cadere le prime gocce, che non promettono nulla di buono: infatti di lì a poco viene giù letteralmente un muro d’acqua che produce un iniziale fuggi fuggi da sotto il palco, alla ricerca di un rifugio improvvisato, con ombrelli che si aprono per i temerari che non si fanno intimorire e rimangono lì sotto. Diodato continua come se nulla fosse a cantare anche lui bagnato dal diluvio che non risparmia nemmeno il palco nonostante la copertura; d’altronde, dopo aver provato le emozioni di salire sul palco del Festival di Sanremo, a cui ha partecipato quest’anno nella sezione Nuove Proposte con il brano Babilonia, nulla può fermarlo. Rimane impressa un’immagine, che purtroppo data la pioggia torrenziale non ho avuto la possibilità di rendere immortale con una foto, ma che rimarrà impressa nella mente: Diodato sul bordo del palco a poca distanza dai suoi fans che sotto il diluvio insieme a lui cantano quasi come un coro,  in un momento di simbiosi e di altissima emozione, che solo la musica può regalare.

A concerto terminato, “Canti sotto il diluvio universale, completamente bagnato, tra cavi elettrici e pedali che vanno in tilt, eppure non riesci a non pensare d’essere fortunato. Sei fortunato perché davanti a te, sotto la pioggia, ci sono tante persone che urlano, ti sorridono, ti stringono in un abbraccio che non dimenticherai mai”, ha scritto Diodato su Facebook per ringraziare tutti i presenti.

Ringraziamo VILLA ADA – Roma Incontra il Mondo per l’accoglienza e la disponibilità.

Abbiamo ascoltato:

Mi fai morire
E non so neanche tu chi sei
Ma che vuoi
E forse sono pazzo
I miei demoni
Piove
Arrivederci
Il Vino
Amore che vieni, Amore che vai
Patologia
Se solo avessi un altro
Capello bianco
Panico
Across the Universe
Ubriaco
Babilonia
Gli alberi
Ritornerai

Per saperne di più:
Diodato
 
Sito Web: http://www.diodatomusic.it/
Facebook: https://www.facebook.com/diodatoofficial
Twitter: https://twitter.com/DiodatoMusic/
YouTube: https://www.youtube.com/user/antoniodiodatomusic
Instagram: https://instagram.com/diodatomusic

Gnu Quartet
 
Sito Web: http://www.gnuquartet.com/
Facebook: http://www.facebook.com/gnuquartet
Twitter: http://twitter.com/gnuquartet
YouTube: http://www.youtube.com/user/gnuquartet

Roy Paci
 
Sito Web: http://www.roypaci.it/
Facebook: https://www.facebook.com/RoyPaciOfficial
Twitter: https://twitter.com/RoyPaci
Google Plus: https://plus.google.com/112330997817067665109

Comments

comments