È partito con la data zero di Foligno il primo tour teatrale del cantautore romano, che segue lo straordinario successo raccolto lo scorso anno in compagnia di Fabi e Gazzè.

Il concerto comincia in un clima rilassato, quasi familiare, con l’artista che parla e scherza col pubblico, anche perché la parte iniziale è dedicata interamente a brani del nuovo disco Acrobati, uscito appena il giorno prima, e quindi ancora sconosciuti. Ma poi, da Senza far rumore, il pubblico può finalmente cantare e scatenarsi, facendo sentire al cantautore tutto il proprio calore ed affetto, pur non essendo numeroso come quello degli stadi o dei palazzetti. I nuovi brani trovano nuovamente spazio dopo l’intervallo (il concerto, durante il quale Silvestri si alterna tra chitarra e tastiera, dura infatti quasi tre ore), prima di cedere definitivamente la scena a successi come Testardo, Occhi da orientale, La paranza, Salirò e, nell’encore, Aria e Cohiba, col pubblico che ormai si accalcato a ballare sotto il palco e stringere in un ideale abbraccio l’artista romano ed i sette musicisti che lo accompagnano.

Dopo vari appuntamenti in giro per l’Italia, a partire da Genova, Daniele Silvestri farà finalmente tappa a Milano e Roma nella prima metà di aprile. È facile pronosticare che il tour sarà un successo e, se ancora non avete i biglietti, affrettatevi, perché le diverse date previste sono già praticamente tutte sold-out.

Anche se probabilmente nei concerti che seguiranno potrebbe subire qualche taglio, la scaletta proposta è ricchissima, ben 33 pezzi :

La verità / La mia casa / Un altro bicchiere / La mia routine / Così vicina / Pochi giorni / Monolocale / Quali alibi / Senza far rumore / Tutta colpa di Freud / Ma che discorsi / Precario è il mondo / L’appello / Le navi / Sulle rive dell’Arrone / Il mio nemico / Spengo la luce / Monetine / L’orologio / Acrobati / A dispetto dei pronostici / Il flamenco della doccia / Spigolo tondo / L’uomo col megafono / A bocca chiusa / Testardo / L’ Y10 bordeaux / Occhi da orientale / Il mondo stretto / La paranza / Salirò / Aria  / Cohiba

Comments

comments