Ciao Luca Festival: Creedence Clearwater Revived, AlogiA, Animalhouse, Elvenking e Mist tra i nomi più attesi dell’edizione 2015

Fin dal 2001 il “Ciao Luca Festival” rappresenta un appuntamento imprescindibile della città di Gradisca d’Isonzo e di tutta la Regione Friuli Venezia Giulia, una kermesse di tre giorni simbolo di aggregazione e solidarietà.

Dopo i grandi concerti organizzati nelle edizioni precedenti, tra cui quelli di Verdena, Casino Royale, Mellow Mood e Pino Scotto, tra i tanti, il festival annuncia il primo grande nome della 14° edizione, i Creedence Clearwater Revived, una storica band per un concerto e una serata dedicate a quello che, a detta di molti, è stato il più grande gruppo rock americano di tutti i tempi, i Creedence Clearwater Revival.

L’evento, organizzato da Associazione Giovanile Totem e Zenit Srl, in collaborazione con il Comune di Gradisca, la Regione Friuli Venezia Giulia e l’Agenzia TurismoFVG, si terrà il prossimo 5 agosto, nel Parco del Castello di Gradisca d’Isonzo, con inizio alle 21.30.

Il concerto, a ingresso libero, sarà il grande evento di apertura del “Ciao Luca Festival 2015”, appuntamento nato per ricordare un giovane isontino prematuramente scomparso, Luca Zorzenon, un happening unico nel suo genere, senza barriere di stili, aperto alla solidarietà, organizzato dai ragazzi per i ragazzi, che si concluderà il 7 agosto.

I fratelli John e Tom Fogerty fondarono all’epoca di Woodstock una delle più grandi band americane di sempre, i “Creedence Clearwater Revival”, il gruppo californiano più rappresentativo della cultura “on the road” degli anni ’60 e ’70. Nonostante anni di successi planetari e milioni di dischi venduti, la band si sciolse malauguratamente a fine anni ’70, all’apice del successo, per la separazione artistica dei due fratelli: un fatto che lasciò sconvolti milioni di fan in tutto il mondo. Se da un lato John intraprese una luminosa carriera solistica nella musica country, il fratello Tom fu sempre desideroso di far “rivivere” i suoni con una band che fosse erede del CCR ma, nel 1990, morì prematuramente a causa di un male incurabile. Poco prima, con la nascita dei “CREEDENCE CLEARWATER REVIVED”, sotto la guida dell’amico e virtuoso chitarrista Johnny “Guitar” Williamson, l’epico successo della band originaria aveva però iniziato a rinvigorirsi. Ancora oggi i “Revived” riescono a portare in giro per il mondo i suoni e le atmosfere dei CCR, dando luogo negli ultimi anni a numerosissimi concerti in Europa, entusiasmando il pubblico di Germania, Olanda, Danimarca, Svezia, Norvegia, Russia, Rep. Ceca, Polonia, Slovenia, Croazia, Montenegro e Italia, dove sono amatissimi. La formazione, oltre a Johnny “Guitar” Williamson (chitarra), vede anche il grande cantante Peter Barton, l’eclettico Chris Allen al basso ed alla batteria il “vecchietto terribile”, soprannominato il “Santa Claus of Rock and Roll”, Wally Day. La band, in tournée italiana in questa estate 2015, tributerà un sincero e fedele omaggio ai mitici CCR e a Tom Fogerty, nel 25° anniversario della scomparsa. In scaletta tutti i più grandi successi della band, tra cui “Proud Mary”, “Bad Moon Rising”, “Have You Ever Seen the Rain”, “Green River”, “Down on the Corner”, “Fortunate Son”, “Run Through the Jungle”, “Susie Q”, “Who’ll Stop the Rain”, “I Heard It Through the Grapevine”, “Hey Tonight”, canzoni intramontabili amate da diverse generazioni in tutto il mondo, che potremo riascoltare dunque al “Ciao Luca Festival” di Gradisca d’Isonzo il prossimo 5 agosto.

Altro grande nome annunciato al Festival –atteso per venerdì 7 agosto- è quello degli AlogiA. In attività dal 2000, acclamati tra le più grandi metal band dell’area Balcanica, gli AlogiA sono reduci dal successo riscosso con il sesto lavoro su CD ‘Elegia Balcanica’ (vincitore, per l’Akademia Awards di Los Angeles e la rivista statunitense RockWired, del titolo di ‘Best Metal Album’). E nonostante la prolifica attività in studio -che ha goduto di eccezionali riscontri di vendita (i più alti in Serbia per una metal band) e di critica (entusiastici consensi che hanno contribuito a far conoscere il nome della Band anche al di fuori dei patri confini)- gli AlogiA sono noti per l’intensa attività Live, che li ha portati a suonare di fronte ad un pubblico vastissimo, sia in qualità di supporters di nomi di spicco quali: Whitesnake, Apocalyptica, Savatage etc.. ma anche come ospiti di prestigiosi Festivals (Hendrix Fest, MetalDays, Exit Festival, Beer Fest) e talora come headliners.

Ma le attese e le sorprese per il Ciao Luca Festival non finiscono qua.

Quella di giovedì 6 agosto sarà infatti una giornata molto particolare per Ciao Luca Festival.

E’ in programma, infatti, il concerto-evento Animalhouse & Friends, che la popolare coverband isontina ha voluto dedicare alla memoria dei compianti amici Luca Zorzenon e Max Turus. Per questo sul palco, insieme ad Animalhouse, ci saranno, in veste di special guests, tantissimi musicisti di primo livello della scena rock regionale: Raffaello Indri (Elvenking, Harduo, Frankstein Rooster); Paolo Crini (Extrema, Beerbong), Michele Guaitoli (Overtures, Kaledon), Marco Falanga (Overtures), Andrea e Ilario Figallo (Dr.Rock) e altre sono sorprese saranno annunciate a breve.

Si esibiranno inoltre: Noisy Silence (Melodic Punk Rock), Volvodrivers (Alternative Rock), Frankestein Rooster (Post-Agry Rock) ma anche i veneziani Patois Brothers (Roots/Reggae) nell’ambito dell’ormai pluriennale gemellaggio tra CiaoLuca e Overjam Festival di Tolmino (Slovenia).

Cinque Uomini sulla Cassa del Morto e Black Pope sono le band vincitrici ex aequo di CiaoLuca Contest, il concorso musicale dedicato nei mesi scorsi da Totem alla musica emergente. Le due formazioni regionali si sono aggiudicate la manifestazione conquistandosi, dopo 10 serate cui hanno preso parte una trentina di band, l’occasione di dividere il palco con gli altri grandi artisti

Fra gli ospiti d’onore spicca il nome degli Elvenking, signori incontrastati del folk/power italiano e non solo, reduce da un tour infinito a supporto dell’acclamato ‘The Pagan Manifesto’. Molto attesi anche i Mist, “le streghe” del doom metal, una cult band Slovena di respiro internazionale.

Tre serate di grande musica per ricordare un amico che non c’è più. Luca Zorzenon aveva la musica e il volontariato nel sangue, e da lassù continua ad ispirare i ragazzi di Associazione Giovanile Totem, che ritorna in pista con questa nuova splendida edizione del “Ciao Luca Festival”

Comments

comments