Dalla Sicilia con furore, anzi, con rythm & blues. Mario Biondi è tornato a riscaldare la platea dell’Auditorium Parco della Musica con la sua voce intensa e le sue sonorità d’oltreoceano e lo ha fatto, ancora una volta, con grande consenso da parte del pubblico, il 24 aprile scorso.

Nato a Catania, cresciuto a pane&jazz, ha una lunga carriera alle spalle, ma la notorietà arriva nel 2004, ben 13 anni fa, con This is what you are, un singolo che improvvisamente spopola nelle radio e nei locali alla moda, dove il jazz e lo swing fanno da padroni. Le sue passioni musicali, quelle che ha studiato e amato sin da ragazzino, si sposano benissimo con il suo timbro di voce un po’ roco e basso, tanto da ricordare Barry White e Isaac Hayes.
Ha all’attivo numerose collaborazioni e duetti con tanti artisti italiani e stranieri, tra cui anche Renato Zero e gli Earth, Wind&Fire ed ha prestato la voce persino al cinema, doppiando alcuni film d’animazione Disney: il remake de Gli Aristogatti, Rapunzel e Rio 1 e 2.

Mario Biondi ha portato dunque a Roma il suo Best of Soul, una raccolta di tutti i suoi successi e alcuni brani inediti, accolti con grande entusiasmo dai numerosissimi fans che hanno affollato la sala Santa Cecilia dell’Auditorium.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments

comments