Con “Vietato Morire“, Ermal Meta, classe 1981 e albanese di nascita, si è rivelato uno dei migliori artisti del Festival di Sanremo 2017.

Il giovane cantautore, infatti, ha incantato la platea dell’Ariston con il suo pezzo inedito, che in seguito è stato fra i più apprezzati anche in radio, e anche con la cover di “Amara Terra Mia” di Domenico Modugno, ottenendo così il terzo posto in classifica e il prestigioso Premio della Critica “Mia Martini“.

Di recente, lo avevamo visto anche al Concertone del Primo Maggio a San Giovanni in Laterano, ma il concerto di ieri, 16 maggio, nella Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, ha soddisfatto a pieno i numerosi fan grazie ai tanti brani portati sul palco, tratti sia dall’ultimo album, Vietato Morire, che dal precedente, Umano. Tra le canzoni, anche Piccola Anima scritta con Elisa e La vita Migliore, in collaborazione con Luca “Vicio” Vicini dei Subsonica.

Ringraziamo l’organizzazione e l’Auditorium per l’accoglienza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments

comments