La seconda serata del festival Settembre | Prato è spettacolo ha registrato un concerto d’eccezione. A calcare il palco di Piazza Duomo sono stati infatti, in esclusiva italiana, i britannici The Darkness, e come sa chi ha avuto occasione di vederli dal vivo, quando sono di scena Justin Hawkins e compagni (il fratello Daniel alla chitarra, Frankie Poullain al basso e Rufus Taylor alla batteria) lo spettacolo è assicurato. Accolto da fans e groupies scatenate che, alle note di Solid Gold, hanno esploso sul palco una pioggia di coriandoli dorati, il vulcanico frontman ha dato prova di essere in ottima forma e travolgente come sempre. Justin ha infiammato il pubblico di Prato con una performance musicale notevole e con uno spettacolo ricco di colpi da autentico istrione (a partire dalla collezione di reggiseni, per passare agli sport “acquatici” come lo stage diving e il crowd surfing, o “equestri” con un giro in mezzo al pubblico a cavallo della security e armato di chitarra, fino al presentarsi al pubblico in underwear) confermandosi animale da palcoscenico di razza. Uno show, che ha fatto letteralmente impazzire il pubblico, nel quale il piatto forte è rimasto comunque sempre dell’ottimo rock ad altissima energia.

Setlist:
solid gold
growing on me
open fire
lioaf
japanese
black shuck
southern trains
one way ticket
barbarian
friday night
every inch
buccaneers
stuck in a rut
givin’ up
hands off
I believe
love on the rocks

Comments

comments