Quello di Carmen Consoli a Firenze è stato un bellissimo concerto: da ascoltare, con le nuove sonorità più rock rispetto al passato che ben si integrano con la voce vibrante e magnetica di sempre e si alternano ai pezzi acustici densi di emozione; da cantare e da ballare, come ha dimostrato il pubblico in un crescendo di entusiasmo; da vedere, nelle scenografie seducenti e nei giochi di luce eleganti e senza sbavature.

L’energia dell’artista catanese, che è apparsa più matura ma non per questo meno forte, ha infiammato il pubblico di Firenze, il cui l’affetto è stato ripagato con un lungo encore (nel quale ha anche duettato con Luca Madonia) che ha impreziosito una scaletta già ricca di oltre venti pezzi.

La “Cantantessa” è tornata, e lo ha fatto alla grande.

Comments

comments